F1 DAS – Il team anglo-austriaco ritiene il DAS illegale sin dalla sua prima apparizione nei test. In caso di un suo utilizzo in Austria da parte di Mercedes, Red Bull potrebbe tuttavia decidere di non protestare ufficialmente.

La F1 sta finalmente per tornare e, con essa, non mancheranno i soliti intrighi politici e, soprattutto, tecnici. Tra questi, il più rilevante sin dai test di fine febbraio è senza dubbio il caso DAS, la nuova e ingegnosa soluzione di Mercedes che permette una variazione di convergenza delle ruote anteriori attraverso un movimento del volante verso il corpo del pilota. L’invenzione della Mercedes ha causato non poche polemiche nel paddock di Barcellona, e tra i team contrari a questo sistema spicca la Red Bull. Il team di Milton Keynes aveva già annunciato un reclamo in caso di utilizzo del DAS da parte di Mercedes a Melbourne, fatto mai avvenuto a causa della cancellazione dell’evento australiano.

 

Dopo 4 mesi di pausa forzata dalla pandemia di Covid-19, il tema DAS resta molto caldo e la Mercedes pare intenzionata ad utilizzarlo in questa stagione 2020, nonostante il sistema sia stato vietato a partire dal 2021. Questa prospettiva spaventa Red Bull, che per la prima volta dal 2013 si sente veramente in grado di competere sin dall’inizio per la vittoria del mondiale.

 

Tuttavia, secondo Auto Motor und Sport, il team capitanato da Christian Horner potrebbe decidere di non protestare contro il DAS nel caso in cui Mercedes dovesse decidere di sfruttare il sistema già in Austria. Helmut Marko ha infatti decisamente placato i toni molto aggressivi attraverso i quali definiva il DAS illegale sin dalla sua prima apparizione a Barcellona. Le ultime dichiarazioni del manager austriaco infatti (“Del DAS ce ne occuperemo in seguito, adesso vogliamo concludere l’organizzazione in sicurezza della gara.“) sembrano rappresentare un segnale distensivo.

Formula 1

 

Non è comunque da sottovalutare un secondo scenario: Red Bull potrebbe infatti lasciare che la Mercedes sperimenti il DAS il venerdì per valutare quale sia l’effettivo vantaggio scaturito dal sistema. Un vantaggio minimo per le Frecce d’Argento indurrebbe il team anglo-austriaco ad evitare lo scontro con Mercedes. Qualora invece il sistema portasse un guadagno notevole, Red Bull avrebbe come unica scelta quella di protestare contro il DAS. E, in questo caso, ci sarebbe da divertirsi.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: