La Mercedes è impegnata nella risoluzione di un problema critico che ha compromesso le prestazioni all’inizio della stagione di Formula 1. Nonostante sia una delle squadre più titolate, la Mercedes ha incontrato difficoltà tecniche sin dall’introduzione dei nuovi regolamenti nel 2022, risultando in una vettura che non è stata all’altezza delle aspettative per il terzo anno consecutivo.

Con una sola vittoria al Gran Premio da parte di George Russell in Brasile due anni e mezzo fa, la squadra sta cercando di capire e risolvere le problematiche che hanno limitato sia Lewis Hamilton che Russell, nonostante abbiano adottato approcci diversi ai loro assetti. Secondo Andrew Shovlin, direttore tecnico di Mercedes, i problemi affrontati durante la gara erano simili per entrambi i piloti, suggerendo che la causa sia più profonda di semplici aggiustamenti tecnici.

Mentre si preparano per il prossimo evento in Australia, la Mercedes analizza i dati raccolti durante le recenti gare e test con l’intento di elaborare un piano d’azione per le prove libere a Melbourne. Il lavoro svolto dall’area aerodinamica e dalla dinamica del veicolo sarà cruciale per determinare le modifiche necessarie a migliorare le prestazioni e invertire l’attuale tendenza.

Mercedes potrebbe avere un problema legato proprio all’innovativa geometria delle sospensioni anteriori ?

Mercedes ha introdotto una notevole innovazione nel sistema di sospensione anteriore, come evidenziato dai test recenti. La caratteristica distintiva è la presenza di un doppio attacco per il braccio superiore posteriore, uno posizionato più in alto e l’altro più in basso. Questa configurazione suscita interrogativi sugli effetti che potrebbe avere a livello aerodinamico, cinematico e meccanico. Si ipotizza che tale disposizione possa incrementare l’effetto anti-dive, riducendo l’abbassamento della vettura durante la frenata. Tuttavia, l’effetto anti-dive non dipende unicamente dalla posizione del braccetto, ma da una serie di fattori interconnessi. Come mostrato in precedenti analisi video, per calcolare l’anti-dive è necessario tracciare una linea immaginaria che congiunga il braccio superiore anteriore con quello posteriore e estenderla fino ai due bracci inferiori, individuando così il centro di beccheggio. Se il centro di beccheggio, il punto di contatto a terra della ruota e il baricentro della vettura sono allineati, si ottiene un anti-dive del 100%. Tuttavia, un valore così elevato non è consigliabile poiché potrebbe rendere la vettura troppo insensibile e causare un’eccessiva rigidità della sospensione, oltre a potenziali saltellamenti. È quindi essenziale considerare l’intero sistema nella sua complessità. Inoltre, abbassando il braccio superiore posteriore si mira anche a ottimizzare la direzione dei flussi d’aria verso gli ingressi dei tunnel Venturi e sul sottoscocca, migliorando così l’aerodinamica complessiva.

Sospensione Mercedes W-15 Come funziona ? Effe 1 garage 215

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto