Mercedes-Benz ha annunciato il ritiro dalla categoria elettrica a fine 2022, confermando allo stesso tempo il suo impegno nella categoria regina.

La notizia era nell’aria da tempo, ma stamattina è divenuta ufficiale: Mercedes abbandonerà la Formula E al termine della stagione 2021-2022, dopo appena tre anni di coinvolgimento nella categoria elettrica. L’addio arriva solo tre giorni dopo la conquista dei titoli Piloti e Costruttori da parte della Stella, spinta dal neo campione Nyck de Vries e dall’ex McLaren Stoffel Vandoorne. Nonostante il successo di questa campagna elettrica, il board di Daimler e il presidente Ola Kallenius hanno deciso di interrompere il programma prima dell’inizio della Gen3 della Formula E, che avrebbe richiesto nuovi ed importanti investimenti, lasciando il management del team alla ricerca di possibili acquirenti. Nell’annuncio c’è tuttavia un’ulteriore informazione importante: Mercedes ha sostanzialmente confermato il suo impegno totale in F1, che potrebbe rimanere l’unica categoria in cui il colosso tedesco competerà in qualità di team ufficiale.

Kallenius
Ola Kallenius, Presidente di Daimler e Mercedes-Benz

Molto importanti in questo senso sono le parole di Markus Schaefer, COO di Mercedes-Benz e membro del board di Daimler, che ha sottolineato l’importanza della F1 come piattaforma di sviluppo tecnologico: […] Nel motorsport la Formula E è stata molto utile a confermare le nostre conoscenze e a rendere noto il marchio Mercedes-EQ, ma in futuro continueremo a spingere per lo sviluppo tecnologico, specialmente dal punto di vista della mobilità elettrica, concentrandoci sulla F1. Questa è l’arena in cui sperimentiamo costantemente la nostra tecnologia, all’interno della competizione più intensa che il mondo dell’automobilismo possa offrire. E proprio qui la Stella a tre punte brilla in maniera più accecante. La F1 fornisce un enorme potenziale per il trasferimento di tecnologie, come dimostrano progetti in corso quali la Vision EQXX, e il nostro team e l’intero circus raggiungeranno le zero emissioni entro la fine del decennio”.

La F1 non è tuttavia soltanto sviluppo tecnologico, bensì è soprattutto un’impareggiabile piattaforma di marketing. Il concetto di “vincere la domenica per vendere il lunedì” si è rivelato estremamente veritiero per Mercedes, che infatti ha registrato un sostanziale aumento delle vendite dall’inizio dell’era ibrida. Perciò non è un caso che, sempre all’interno del comunicato d’addio alla Formula E, la Vice Presidente del marketing della Stella, Bettina Fetzer, abbia evidenziato che il focus del colosso tedesco rimarrà principalmente sulla F1: […] Da un punto di vista strategico, Mercedes-AMG sarà confermato e consolidato come il nostro marchio per vetture ad alte performance attraverso la sua stretta collaborazione con la nostra scuderia di F1, che sarà il fulcro delle nostre attività in qualità di team ufficiale per i prossimi anni. Auguriamo alla Formula E, ai suoi organizzatori e al suo format innovativo tutto il successo possibile nella sua continua crescita, con la speranza che il campionato abbia un futuro luminoso”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: