Presente al Financial Times Future of the Car Summit 2019, tenutosi a Londra il 14 e 15,maggio scorsi, Adrian Hallmark, CEO della Bentley, ha aperto la porta alla possibilità di assistere ad una rapida ascesa dei motori elettrici già nella seconda metà del prossimo decennio. Al momento l’unica vettura Bentley ibrida è il SUV Bentayga, lanciato al salone di Ginevra dello scorso anno; lo stesso Hallmark ha confermato però di puntare molto sul plug-in, rivelando che entro i prossimi 18 mesi sia la Continental che la nuova Flying Spur, giunta ormai alla terza generazione, saranno dotate di motorizzazione ibrida.

Interessante è la prospettiva illustrata da Hallmark sul futuro dell’ibrido in relazione all’interesse sempre più crescente verso le BEV (Battery Electric Vehicle): “Ho sempre pensato che le auto ibride siano solo una soluzione temporanea e non definitiva – ha dichiarato il CEO Bentley – Per il momento siamo focalizzati sull’ibrido: renderemo tale qualsiasi macchina che abbiamo, anche se non so dirvi quando avremo la prima Bentley totalmente elettrica. Sarà comunque sicuramente prima del 2025”. 

L’ibrido plug-in sembra quindi far parte di un processo che nei prossimi anni si concluderà lasciando la scena all’elettrico: “Nell’arco di 5-10 anni le auto elettriche rappresenteranno una parte dell’industria automobilistica ben più significativa dell’attuale 3%”. Ciò sarà però possibile solo se il progresso tecnologico sarà in grado di generare  importanti sviluppi per le batterie: “Potremmo avere macchine elettriche più grandi, con 500 km di autonomia – ha spiegato Hallmark – Non appena ci sarà un miglioramento della tecnologia delle batterie, sarà possibile finalmente portare sul mercato molti più prodotti. Al momento però se prendessimo un grande SUV e lo rendessimo totalmente elettrico, questo sarebbe in grado di coprire distanze molto ridotte. Se si viaggia in città le auto elettriche sono perfette, ma per quanto riguarda le auto più grandi, aventi carichi maggiori, i motori elettrici non possono ancora funzionare per via della bassa densità energetica delle batterie. Per questo, per i prossimi 10 anni anni le auto ibride rappresentano la migliore soluzione”.

Per quanto riguarda invece l’aspetto economico, la situazione è più rosea: le analisi di mercato evidenziano infatti come le persone più interessate ad avere una macchina elettrica siano quelle facoltose: “Siamo sempre più convinti che i nostri clienti stiano cercando le macchine elettriche. La nostra ricerca nel settore lusso mostra che circa il 40% delle persone sta guardando alle macchine elettriche non per rimpiazzare la propria, ma per aggiungerla al proprio parco macchine e per poter soddisfare esigenze specifiche. Anche per questo vediamo nell’elettrico un grande potenziale”, ha affermato Hallmark.

Bentley Bentayga

In conclusione Hallmark lancia un appello ai poteri politici e legislativi affinché vengano creati benefici e incentivi per lo sviluppo dei motori a zero emissioni, come venne fatto con i motori diesel: “Grazie alle azioni decisive prese, ci furono incentivi fiscali che resero chiari i benefici economici derivanti dalla produzione di macchine diesel. Ora invece non abbiamo ancora assistito a prese di posizione ferme in tema di macchine elettriche, anche se forse ciò avverrà in futuro quando la domanda si rialzerà”. Nonostante ciò, le sue parole evidenziano una grande determinazione nel permettere la diffusione dell’elettrico in tempi brevi: “Dobbiamo essere decisivi, mandando in ogni proprietà residenziale punti di ricarica o protocolli di ricarica standardizzati. Le persone non sono interessate a comprare l’elettrico perché è un viaggio alla continua scoperta di cose. C’è bisogno quanto prima di un insieme di politiche che permettano la rapida introduzione di veicoli elettrici”, ha concluso il CEO Bentley.
Non avendo la palla di cristallo non possiamo che aspettare il prossimo 11 giugno, quando verrà svelata la nuova Flying Spur, per constatare se sarà effettivamente dotata anche della motorizzazione ibrida.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: