DAS Mercedes – Il mondo della Formula 1 è rimasto a bocca aperta dopo la scoperta del sistema DAS sulla nuova monoposto Mercedes per il 2020, denominata W11.

Giovedì mattina, i primi onboards nella macchina allora guidata da Lewis Hamilton hanno evidenziato i movimenti del pilota che a momenti spingeva il volante e a momenti lo tirava verso di sé. E poi stato spiegato da James Allison che così facendo, riescono a modificare in tempo reale la convergenza delle ruote anteriori. Il sistema ha anche un nome: DAS Mercedes (Dual Axis Steering). La Mercedes era quindi pronta con le comunicazioni e varie domande da parte dei giornalisti e competitors.

La prima considerazione da fare riguarda il lavoro svolto per la progettazione di un tale sistema. Sembra infatti facile vedendolo usato durante gli onboards ma c’è dietro questo semplice movimento “avanti/indietro” un lavoro abissale:

-Idea e prime bozze su carta,
-Primi prototipi,
-Primi test di ingombri/montaggio sulla monoposto,
-Ulteriori test di efficienza e resistenza (il sistema agisce sulla direzione quindi nessuno può immaginare quanti dubbi avranno avuto i piloti prima di accettare l’uso di un tale sistema).
In questi giorni a Barcellona la squadra sta facendo ulteriori prove e messe a punto ma credetemi di sicuro avevano già fatto centinaia di test (non intendo in pista) internamente.

Cosa significa?

Prima di tutto che la squadra Mercedes ci lavora da mesi (confermato dal fatto che la che la FIA era al corrente e che aveva seguito con attenzione gli sviluppi) le risorse impegnate sono state tantissime. Questo impegno potrebbe spiegare il “calo” o diciamo piuttosto la minore evoluzione della W10 (rispetto a Ferrari e Red Bull) nella seconda parte della stagione 2019 ?

Penso proprio di si. Possiamo effettivamente immaginare che col vantaggio che aveva già a Maggio/Giugno, la Mercedes poteva permettersi di fare evolvere in modo meno spinto la W10 e già concentrarsi al 100% (o quasi) sulla W11 e sul DAS.

A livello di benefici portati dal DAS, credo che dovremmo aspettare l’inizio della stagione (Melbourne) per capirli realmente.
Sulla carta, il fatto di poter’cambiare la convergenza delle ruote durante il giro può chiaramente aiutare la macchina a comportarsi meglio su ogni singolo tratto del circuito.
La macchina dovrebbe essere più precisa durante l’inserimento in curva ma dovrebbe anche essere più stabile (e quindi più veloce) sulle curve di lunga percorrenza.
In rettilineo,  la macchina dovrebbe essere più veloce in termine di velocità ma anche e soprattutto guadagnare in termine di gestione di temperatura delle gomme anteriori (come conseguenza naturale un’usura minore).

Però…può un pilota durante giri tirati e/o di battaglia con altri piloti avere il tempo e la possibilità di gestire/pensare la posizione della colonna di direzione?

È tutto da verificare in condizioni di gara.
Ci vedo di sicuro più vantaggi nell’outlap con più facilità a mandare le gomme in temperatura. Se così sarà allora la Mercedes avrà un grande vantaggio durante le qualifiche. Ricordiamo che l’outlap è una fase fondamentale per realizzare poi un un’ottimo giro di qualifica. E mi vengono in mente diverse situazioni di outlap “movimentati” nel 2019 (Monza ne è l’esempio migliore) in cui diversi piloti si sono piazzati “male in griglia” per causa di un outlap non effettuato come si deve.
Quello che possiamo assicurare è che i principali competitors (Ferrari,  Red Bull) ma probabilmente anche altre squadre minori, stanno studiando giorno e notte il sistema DAS da quando è stato introdotto (settimana scorsa). Tutti i tecnici delle squadre concorrenti staranno analizzando e già probabilmente progettando simili sistemi per un’eventuale introduzione nel corso della stagione 2020.

Vedo quindi 2 ipotesi:

1) Durante le prime gare si vede che la Mercedes non ha grandi vantaggi con l’uso del DAS e allora finisce lì il lavoro sull’argomento da parte delle squadre concorrenti. Possiamo addirittura pensare ad un abbandono del DAS da parte della Mercedes stessa se così fosse. Infatti il sistema DAS è per forza più pesante di un sistema tradizionale per cui se non porta vantaggi meglio non usarlo.
2) Il sistema porta vantaggi evidenti (stile Brawn GP col doppio diffusore nel 2009) e allora almeno la Ferrari e la Red Bull lo useranno nel corso della stagione 2020.

Mi sento di dire che la seconda ipotesi sarebbe “drammatica” per la Formula 1 perché vorrebbe dire che la Mercedes domina in modo plateale la prima parte della stagione (essendo che sarà impossibile che Ferrari e Red Bull siano pronte prima dell’estate con un sistema simile).

Ferrari

Ma mi viene in mente qualcos’altro…e se la Mercedes avesse creato questo sistema DAS (che lo ricordiamo sarà vietato per la stagione 2021) per creare confusione negli uffici tecnici delle squadre concorrenti?

Intendo dire…come sapete tutte le squadre sono già concentrate sullo sviluppo delle monoposto per la stagione 2021 (nuovo regolamento). Nel caso una squadra come Ferrari o Red Bull dovesse concentrarsi sullo sviluppo di un sistema stile DAS, sarebbe per forza meno impegnata sul progetto 2021, con la conseguenza di “facilitare la vita” alla Mercedes per quanto riguarda lo sviluppo della macchina 2021.
Chiaramente sono solo considerazioni mie ma conoscendo l’abilità della Mercedes e le sue capacità sia dal punto di vista tecnico che politico, non sarei molto sorpreso che avessero in mente di mettere in difficoltà i competitors.
Appuntamento quindi a Melbourne il 14 Marzo dopo la Q3 e il 15 Marzo dopo la gara per una risposta vera.
Perché è evidente che i test pre-stagionali servono ormai ad ogni squadra ad effettuare prove molto specifiche piuttosto che a confrontarsi al 100% contro i concorrenti. Valtteri Bottas ha effettuato il miglior tempo la scorsa settimana,  a dimostrazione che la Mercedes rimane la squadra di riferimento.  Ma starei attento a dichiarazioni del tipo ” col DAS la Mercedes vola”. La Ferrari vista la scorsa settimana non può essere vera e non lo è.
Pazienza quindi fino al primo vero appuntamento in Australia a metà Marzo dove potremo fare le prime vere analisi e proiezioni per il resto della stagione 2020.

Concludo sul fatto che dobbiamo comunque fare i complimenti alla Mercedes per questo sistema DAS.

La Formula 1 è fatta di invenzioni geniali, anche se non sempre efficienti (esempio migliore Tyrrell P34). Ancora una volta è stata la Mercedes a stupirci con questa invenzione incredibile,  anche in questo momento in cui i regolamenti FIA sono molto restrittivi e di certo non aiutano gli ingegneri ad essere innovativi.

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: