Per il pilota colombiano l’alfiere della Ferrari fatica a trovare l’equilibrio sulla sua Ferrari. Vettel

Juan Pablo Montoya, ex pilota Williams e McLaren, ha parlato dei problemi di Sebastian Vettel, che non vince un Gran Premio dal Belgio 2018, mentre il suo nuovo e giovane compagno di squadra, l’astro nascente Charles Leclerc, ha ottenuto due successi nelle ultime gare stagionali in Ferrari.

Vettel continua ad incappare in errori e penalità, che lo portano a vivere uno dei punti più bassi della sua carriera. Tuttavia per il pilota colombiano non è un problema di testa, bensì è una questione tecnica.

Montoya

Penso che non si trovi a suo agio in macchina o con le gomme di quest’anno, mentre Leclerc è in grado di adattarsi meglio“, ha detto Montoya ad Autosport.

Vettel deve soffrire per essere veloce come il suo compagno di squadra. Non sentendosi a suo agio, commette errori. Quando non sei contento della macchina e spingi, si verificano errori. Non credo sia una questione mentale. È una cosa più tecnica. Qualcuno dovrebbe aiutarlo a capire quello che sta succedendo“.

Leclerc ha trovato l’equilibrio sulla sua SF90, Vettel non ancora.

Montoya ha paragonato la situazione del quattro volte campione del mondo alla sua in McLaren, nel periodo compreso tra il 2005 ed il 2006, quando le sue caratteristiche di guida particolari avevano portato il team di Woking a sviluppare una sospensione anteriore diversa per la sua auto, per aiutarlo ad adattarsi meglio al suo stile di guida.

Cambiare il modo di guidare è molto complicato, puoi essere veloce, ma non come prima. Potrà adattarsi in una certa misura, ma imparare ad essere veloce in un modo diverso è molto difficile. È meglio adattare l’auto alla propria guida piuttosto che il proprio stile a quello di qualcun altro“.

Da tempo si parla di un possibile addio di Vettel, che potrebbe andarsene prima dalla Ferrari, rispetto al suo contratto in scadenza nel 2020. Tuttavia, Montoya crede che Vettel possa ancora riprendersi: “Se lo vuole”.

Dovrà abbassare la testa con la squadra e lavorare più duramente di quanto abbia mai fatto“, ha aggiunto il colombiano.

L’unico modo è lavorare di più, facendo qualcosa di diverso da quello che sta facendo ora. Deve abituarsi a lavorare in un certo modo, visto che in questo momento le cose non stanno funzionando a dovere per lui”.

di Marina Beccuti

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: