Sin dall’inizio della pre-stagione di formula 2014,  molti addetti ai lavori avevano notato la mancanza delle telecamere sul musetto della
Red-bull R10, anche noi di www.newsf1.it avevamo dato una nostra chiave di lettura ( Leggi vecchio articolo ). Forse non tutti sanno che da questa stagione il regolamento ha subito una variazione per cio’ che riguarda l’area d’installazione delle ” dummy cameras” è   quindi doveroso ricordare che dal 2014 le telecamere non potranno piu’ essere posizionate in basso, in prossimità del profilo principale dell’alettone anteriore  e sulla punta del musetto come accadeva sulla  Red-bull RB9.

Da questa stagione l’area utilizzabile è stata spostata in prossimità dei braccetti delle sospensioni sul cono del musetto, ma il regolamento ha lasciato qualche zona grigia sull’altezza e il punto d’attacco. Ecco quindi che la Ferrari e la Mercedes hanno sapientemente sfruttato questa falla, per creare delle vere appendici aerodinamiche atte a migliorare il flusso dell’aria verso la zona del t-tray.


Newey invece ha spiazzato tutti, affogando le telecamere all’interno del musetto.

Idea semplice quanto geniale e del tutto regolare ma non solo,  Newey potrà‘ anche facilmente cambiare il musetto e riposizionare fuori le telecamere senza l’ausilio di crash test. Sembra infatti che le telecamere affogate all’interno del musetto siano alloggiate sotto il vanity panel, un guscio sottile che non inficia la rigidezza del musetto.

Ovviamente la soluzione di Newey  diminuisce il drag e pulisce una zona critica della monoposto, ma non è detto che tale soluzione sia migliore di quella adottata da Mercedes e Ferrari, probabilmente chi ha optato per un muso alto copierà la soluzione di Newey, ma crediamo che Ferrari e Mercedes manterranno le loro ” corna “.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook Clicca su Mipiace

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: