L’olandese Verstappen ha completato una straordinaria rimonta dall’ultimo posto al secondo gradino del podio a Sochi . Sicuramente la pioggia degli ultimi giri ha aiutato tanto la Red Bull.

La pioggia è stata sicuramente tra le parti più divertenti di questo Gran Premio di Sochi. Tanti I colpi di scena e tante le rimonte. Tra queste quella di Max Verstappen, partito ultimo per cambio di PU, e arrivato secondo proprio alle spalle di Lewis Hamilton.

Fortuna? Il pilota della Red Bull dice di no. Di sicuro il cambio atmosferico ha baciato il pilota olandese che in quel momento avrebbe guadagnato sì punti, ma non era a podio.

La giusta chiamata dal muretto per montate le intermedie è risultata decisiva.

“È stato complicato trovare il giro giusto per capire quando rientrare” ha dichiarato Max Verstappen a fine gara. “Ad un certo punto la pista era davvero scivolosa ma siamo stati bravi con la chiamata. Se avessimo scelto un altro giro avremmo rischiato di distruggere le intermedie”.

“La gara non è stato affatto semplice. È stato difficile superare chi mi precedeva anche perché ho sofferto sin da subito di graining e non avevo aderenza. Siamo riusciti a prendere la decisione giusta ed abbiamo ottenuto il secondo posto che per noi è un risultato incredibile”.

Fortuna? No grazie secondo Max Verstappen

Il pilota della Red Bull ha rifiutato di credere di aver avuto fortuna con l’arrivo della pioggia, certo della bravura del suo team. “Forse la pioggia ci ha aiutati, ma siamo stati bravi a prendere la decisione giusta.

Credo che siamo stati bravi ad approfittare della situazione. Con la penalità che ho dovuto scontare arrivare secondo non è un brutto risultato. Questa mattina avrei messo la firma per un podio”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: