Nella sua consueta rubrica, Ross Brawn ha celebrato il centesimo successo di Hamilton e la grande prestazione di Norris, rovinata dal mancato pit stop.

Dopo anni di gare piuttosto monotone, nel 2021 la F1 è finalmente riuscita a rendere emozionante anche il GP di Russia, nel quale, nonostante tutto, ad ottenere le prime due posizioni sul podio sono stati comunque Lewis Hamilton e Max Verstappen. I due pretendenti al titolo devono tuttavia ringraziare la pioggia e le intuizioni dei propri team per questi risultati insperati a soli dieci giri dal termine. Nonostante abbia disputato un weekend perfetto fino al quintultimo giro del Gran Premio, il giovane della McLaren lascia Sochi deluso da un settimo posto frutto di un pit stop troppo ritardato, che gli ha precluso la possibilità di conquistare la prima vittoria in carriera. Di questo e molto altro ha parlato Ross Brawn nella sua consueta analisi post-gara su F1.com, fornendo spunti di riflessione molto interessanti sulla complessità della decisione che l’inglese e il team di Woking avrebbero dovuto prendere.

lando norris

[…] Per me…” – esordisce Brawn – Lando è il pilota del giorno. Dalle comunicazioni radio è emersa tutta la sua impressionante padronanza, negli ultimi anni ha fatto passi da gigante. Adesso sarà devastato, è stato tragico. Mi sono trovato nella posizione di dover fare una scelta strategica decisiva, e alcune volte abbiamo vinto restando fuori, altre abbiamo perso. La gara di Barrichello nel GP di Germania del 2000 è un bell’esempio: noi volevamo che rientrasse, lui ci ha ignorati e ha vinto. A Sochi è stato molto difficile, la pista era per metà bagnata e anche con il radar è impossibile prevedere la quantità d’acqua. Se un pilota si trova in prima posizione, non la vuole abbandonare, mentre per chi sta dietro è tutto molto più semplice, perché non ha nulla da perdere: può semplicemente copiare il leader o prendere una decisione opposta, ma comunque a basso rischio“.

“Lando si lascerà tutto alle spalle e tornerà più forte di prima”. – prosegue l’ex Direttore Tecnico della Ferrari […] Forse la McLaren avrebbe dovuto imporsi e insistere sul farlo rientrare, anche se lui si rifiutava. Il pilota è in una bolla, non vede cosa sta accadendo. In questo caso direi che la responsabilità della decisione è al 60% della squadra e al 40% del pilota. […] La sensazione che si prova quando si realizza di aver fatto la scelta sbagliata e di aver perso la vittoria è orribile. Hanno tutta la mia empatia, ma questa drammaticità è ciò che rende la F1 così meravigliosa”.

Il Managing Director della F1 ha poi celebrato l’incredibile traguardo delle cento vittorie in carriera tagliato da Hamilton in Russia: “E’ un traguardo che nessuno pensava fosse raggiungibile. Le novantuno vittorie di Michael erano talmente di più rispetto a quelle di chiunque altro che non sembrava concepibile che qualcuno si potesse avvicinare a quel record. Ma poi Lewis lo ha superato, e ora ha raggiunto la tripla cifra. Niente lo può fermare. Chissà fino a che punto arriverà, starà qui con noi almeno altri due anni e sono sicuro che vincerà delle gare ogni anno. Arrivare a duecento forse è troppo, ma magari potremmo vederne altre venti, visto che lui è ancora estremamente competitivo e motivato. E’ semplicemente sbalorditivo, congratulazioni a lui”.

Il britannico ha concluso con una menzione speciale per i due piloti più esperti in griglia, Fernando Alonso e Kimi Raikkonen (entrambi a punti) e per Carlos Sainz, terzo al traguardo: “In condizioni precarie l’esperienza ha fatto la differenza in Russia, come lo scorso anno in Turchia. La classe di Hamilton e Verstappen si è fatta apprezzare, mentre Lando ha pagato un po’ la sua inesperienza. […] Fernando ha di nuovo corso al meglio delle sue enormi capacità, e Kimi ha dimostrato che riesce ancora a far valere la sua esperienza e ad ottenere piazzamenti importanti. Anche Carlos è stato impressionante, dato che ha tenuto per un po’ la leadership del Gran Premio e ha guidato bene per ottenere il suo terzo podio in Ferrari”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: