La Ferrari F1 sembra ritrovarsi piano piano. Carlos Sainz ha regalato alla scuderia di Maranello il quarto podio stagionale con il terzo gradino sul podio nel gran premio di Sochi, una gara pazza vinta da Hamilton su Verstappen e appunto Sainz. Nonostante una buona prestazione, il pilota spagnolo si è lamentato della sua Power Unit, non sufficientemente potente da repsingere gli attacchi di Norris durante la prima parte di gara.

Le parole di Binotto sulla nuova power unit Ferrari F1

Una lamentela che non è passata inosservata al team principal della Ferrari, Mattia Binotto, che ha promesso al suo secondo pilota una nuova power unit per i prossimi gran premi. A Sky Sport F1 Binotto ha analizzato la situazione:  “La PU si è comportata bene, come ci aspettavamo e funziona a dovere. Anche oggi per Charles è stato un contributo per la sua gara, e questo è un aspetto positivo per la sua stagione. Partendo dal fondo della griglia non ci aspettavamo di fare tanti punti con lui, ma per come si era messa la gara tutto sommato in fondo c’era la speranza di poterlo fare. Bene per lui che avrà a disposizione la power unit nuova per il resto della stagione. Non è male neanche la vecchia, ma la differenza tra le due c’è”.

Nel gran premio di Russia solo a Leclerc era stato montato il nuovo motore con alcuni aggiornamenti ibridi e risultati sono stati soddisfacenti. “Sainz avrebbe potuto fare ancora meglio con la nuova la monteremo il prima possibile, perché crediamo che sia un vantaggio. L’idea è questa e prenderemo la decisione basandoci sulle caratteristiche del tracciato e sull’opportunità di realizzare sorpassi. Ha dimostrato di funzionare molto bene, tant’è vero che Charles è quasi sempre stato in lotta con Verstappen, a riprova di quanto sia stata buona la sua gara. È chiaro che, infine, il tempismo nella scelta delle gomme non è stato l’ideale in quel momento caotico. È davvero un peccato, perché il risultato avrebbe potuto esser ancor più positivo. Ma impareremo anche da questo, così come dovremo migliorare in ogni area – ha concluso – soprattutto nei pit-stop: i primi due non sono stati perfetti, e ci sono costati qualche posizione, specialmente con Charles”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: