La Honda Integra Type R è un modello sportivo di fine anni ’90 che forse non ha avuto il successo meritato ma che dimostra come anche le auto abbiano un cuore. E batte. Batte forte.

C’era un tale, del mio paese, che aveva una macchina strana. Bianca, con uno spoiler gigante ad arco, 3 porte e dei fari tondi separati ed accoppiati. Ero piccolo e ancora non mi rendevo conto di che auto fosse. Sembrava un’auto da tutti i giorni, un po’ tamarra, un po’ stramba. Poi finalmente, ho capito.

Sto parlando della Honda Integra Type R. La serie è la terza, e la versione è la prima. Infatti, prodotta dal 1993 al 2001, nel 1997, dato lo scarso gradimento del pubblico, i nipponici decisero di cambiare i fari anteriori montando dei più convenzionali a forma rettangolare.

Honda Integra Type R

Il motore, nemmeno a dirlo, parla da solo. VTEC 1.8 cc codice B18. Ovviamente aspirato. Per chi non conoscesse la tecnologia di sua maestà VTEC, inventato proprio da Honda, consiglio di fare qualche ricerca. In breve, la gestione delle valvole del motore è affidata a due alberi a camme gestiti dall’elettronica che ne aumenta notevolmente l’efficienza. Questo permette di raggiungere regimi di rotazione e elevati aumentando la potenza relativa estraibile da ogni litro.

VTEC

190 Cv per 178 Nm di coppia massima non sono dati esaltanti al giorno d’oggi ma c’è un dato che, a distanza di oltre 20 anni, dimostra alla perfezione cosa sia la Honda Integra Type R. 9000 (novemila!) giri/min. Il VTEC arriva alla fatidica soglia dei 9000 giri al minuto e non lascia scampo. La Integra Type R è una belva incatenata pronta a ruggire che soffre e urla tutta la sua disperazione, tutta la sua arroganza e vi incolla letteralmente al sedile.

Questa coupé a trazione anteriore pesa meno di 1200kg ed è in grado di regalarvi delle gioie incredibili. Ai tempi costava una follia, quasi 50.000.000 Lire. Al cambio sarebbero circa 25.000€, ma stiamo parlando di oltre 20 anni fa.

Oggi sono introvabili e il nuovo VTEC della Civic Type R è diventato turbo, non necessariamente una cosa negativa. Tuttavia mi viene un po’ di malinconia ed è un vero peccato che Honda non produca più auto così.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: