Svelata al mondo in occasione dell’E-Prix di Roma 2018, il primo esemplare della Pininfarina Battista è stata esposta ufficialmente al Parco Valentino Motorshow a Torino, conquistando il titolo di regina tra tutte le auto presenti secondo molti addetti ai lavori. Questa è al momento l’unica versione già prodotta delle 150 programmate, che verranno vendute equamente tra Europa, Nordamerica e Medioriente. La Pininfarina Battista, oltre che rappresentare un grande modello di virtuosismo stilistico, si pone come il miglior modello elettrico sul mercato, avendo prestazioni non lontane da un’auto di Formula 1. 

pininfarina_battista

Un’elettrica da Formula 1

È capace infatti di sprigionare ben 1900 CV e 2300 Nm di coppia grazie a quattro motori (uno per ruota) totalmente elettrici che le permettono di “bruciare” gli 0-100 in meno di 2 secondi e di arrivare a una velocità massima di 350 km/h. Anche dal lato autonomia è molto competitiva potendo coprire la distanza di 450 km con una sola carica. La vettura esteticamente si presenta molto compatta, mostrando un’aerodinamica pulita e tutt’altro che sofisticata. Il frontale, piuttosto spigoloso, è caratterizzato da una grande presa d’aria utile a incanalare i flussi sotto il fondo vettura per aumentare il carico aerodinamico; anche le fiancate sono molto rastremate e terminano con un’altra presa d’aria avente la funzione di raffreddare i radiatori e sistemi elettrici. L’ala posteriore è molto particolare in quanto prevede un doppio alettone (vista la suddivisone in due dei flussi aerodinamici).

[metaslider id=”28444″]

Proprio sulla linea estetica, che è stato molto ricercata, si è soffermato il Design Director, Luca Borgogno: “La Battista presenta uno stile elegante definito da due o tre linee semplici. È un’auto pura: unisce la bellezza delle prestazioni con la bellezza del design”. Borgogno ha poi sottolineato come la Battista possa essere considerata come una vera e propria vettura anche dagli appassionati di auto più ostici all’elettrico: “È un’auto elegante e attenta all’ambiente e incarna la nostra ambizione di rappresentare un marchio del lusso sostenibile. Il pubblico potrà innamorarsene perdutamente”.

[metaslider id=”28387″]

L’auto è stata sviluppata secondo i consigli dell’ex pilota di Formula 1 e Formula E Nick Heidfeld, che testerà la vettura alla fine dell’anno. “Abbiamo fatto una lunga strada per arrivare ad oggi dal lancio della vettura lo scorso anno. Penso che ci siano molti dettagli che ho imparato in Formula E che posso inserire nel progetto, grazie anche alla tanta esperienza che ho– ha detto Heidfeld visibilmente soddisfatto- So già come la macchina dovrebbe comportarsi”.

Insomma un ottimo modello degno di portare il nome del fondatore Battista Pininfarina!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: