Charles Leclerc si è reso protagonista di un grandissimo Gran Premio di Silverstone, sfiorando una clamorosa vittoria sfuggitagli solamente a due giri dalla fine.

La performance di Charles Leclerc vista a Silverstone lo scorso weekend ha stupito tutti. Il monegasco, approfittando dell’incidente tra Verstappen ed Hamilton avvenuto al primo giro, si è subito preso la testa del Gran Premio. Dopo la ripartenza in seguito alla bandiera rossa il giovane portacolori della Ferrari, su mescola media, è riuscito anche a tenere a bada Hamilton nonostante qualche problema all’ERS, ma una volta montate le gomme dure per il secondo stint la storia è cambiata. L’iridato, infatti, ha mostrato di avere sugli pneumatici a banda bianca un passo nettamente migliore rispetto a quello mostrato dalla Ferrari, superando il pilota della rossa alla Copse a due giri dal termine.

“All’inizio dello stint le dure non mi sembravano tanto male. Le cose sono cambiate quando ho cominciato ad imbattermi nel traffico, dove sentivo di avere una gomma che soffriva di più” ha commentato Leclerc. Il 23enne, però, è convinto del fatto che al di là delle condizione degli pneumatici il passo del britannico fosse semplicemente migliore: “Quando cominciavo ad avvicinarmi ai doppiati sentivo che il posteriore della macchina non era stabile come volevo, e questo ci ha fatto perdere un po’ di tempo. Bisogna dire, comunque, che il passo di Hamilton era migliore indipendentemente dalle condizioni delle mie gomme”.

Già dopo il Gran Premio di Francia, dove la Ferrari patì particolarmente il consumo degli pneumatici, a Maranello partì una vera e propria indagine sul perchè la SF21 stressasse troppo le Pirelli. Secondo Leclerc, la risposta al quesito non è stata ancora trovata: “Adesso siamo migliorati, ma non abbiamo ancora capito perché al Paul Ricard soffrissimo così tanto con le gomme. Ci stiamo ancora lavorando”.

I passi in avanti rispetto alla tappa francese, però, sono innegabili, ed anche Mattia Binotto si è mostrato fiducioso su quest’aspetto, sottolineando quando la questione pneumatici sia importante da comprendere al meglio. “Anche se oggi abbiamo avuto una buona gara non ci dimentichiamo quanto successo in Francia. Una volta che troveremo la soluzione a questo problema sono sicuro che riusciremo a ripetere la prestazione odierna” ha concluso il Team Principal.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: