L’ex pilota della Jordan, Williams e Toyota si augura che la Formula 1 possa tornare ad essere una sfida aperta tra più costruttori.

L’egemonia della Mercedes continua ad essere schiacciante. Il 2019 sarebbe dovuto essere l’anno dove Ferrari e Red Bull avrebbero dovuto eguagliare le performance delle Frecce d’Argento, ma il dominio è stato più schiacciante delle stagioni precedenti.

Il team teutonico ha in tasca il titolo costruttori e il primato di Lewis Hamilton, salvo clamorosi imprevisti tecnici, appare inattaccabile. Le Frecce d’Argento, salvo due eccezioni, hanno conquistato 10 vittorie in 12 GP sin ora disputati, aprendo una forbice di 150 punti sulla Ferrari.

Verstappen ironizza su Hamilton: “Non è nulla di speciale, vince perché…”



Consapevole della forza del team Mercedes, Ralf Schumacher, in una recente intervista a Speedweek, ha dichiarato: “Tutto cambia velocemente in Formula 1. Nel complesso sarà comunque difficile spezzare definitivamente il dominio delle Frecce d’Argento. Forse la Red Bull può continuare a progredire e la Ferrari sarà in grado di vincere qualche gara. Ma dietro di loro non vedo altre squadre che possano raggiungere un simile livello. La Renault, ad esempio, non è stata all’altezza delle aspettative”.

Il fratello minore di Michael Schumacher, oggi reporter di Sky Deutschland, ha spiegato: “La Red Bull in ripresa ha creato una maggiore tensione, soprattutto nelle ultime gare. Il problema principale delle prime fasi del campionato è stata la superiorità della Mercedes, perché né la Ferrari né la Red Bull erano al suo livello”.

Il giudizio di Ralf Schumacher è corretto e molto lucido. I prossimi due appuntamenti, Spa e Monza, chiariranno definitivamente le residue possibilità di Ferrari e Red Bull di contrastare il dominio grigio in questa monotona stagione 2019 di F1.

THE DAY AFTER F1 | Hamilton ipoteca la sesta corona

A proposito dell'autore

I believe that everyone has a calling, motorsport is my true passion! Addicted to Formula 1 🏆 Formula E ⚡️ Automotive 🖊️ FIA Accredited. Follow me: Twitter | Linkedin

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: