É iniziato il week-edn del Gp del Messico. La lotta mondiale tra Lewis Hamilton e Max Verstappen è sempre accesa, ma c’è chi vuole provare a fare qualcosa di importante in questi tre giorni. Stiamo parlando della Ferrari, ancora in lotta con la McLaren per il terzo posto nel mondiale costruttori. Nel giovedì di conferenza stampa del Gp del Messico ne hanno parlato i due piloti della rossa: Charles Leclerc e Carlos Sainz.

mesico gp

Gp del Messico: le parole di Leclerc

“Veniamo da buone gare – ha detto il monegasco – Austin è andata molto bene, specie aver visto la Ferrari competitiva su una pista difficile. Siamo stati più forti della McLaren e quindi siamo nella giusta direzione. Tutto pronto per il sorpasso in classifica? Siamo molto vicini, loro sono molto forti e sono stati continui tutta la stagione, partendo bene sin dall’inizio. Noi spingiamo forte e pensiamo di poter arrivare terzi, la pista mi piace, corriamo in altura e il fatto che servirà più downforce (carico verticale, ndr) potrebbe aiutarci, visto che quest’anno su piste da alto carico la nostra macchina si è sempre comportata bene”. Potrebbe essere l’ultima occasione vera di veder vincere la Ferrari? “Bisogna essere realisti – ha detto Leclerc – sulla carta è una pista promettente, ma non per lottare coi primi. L’obiettivo è lottare e fare meglio della McLaren, c’è l’opportunità e proveremo qualcosa di speciale, ma per ora è impossibile fare altri discorsi. Quanto è importante finire il campionato davanti a Sainz? Con Carlos ci spingiamo, ma siamo concentrati a portare il team in alto e quelle per cui lottiamo quest’anno non sono le posizioni che vogliamo. Certo ogni pilota punta a precedere il compagno di squadra”.

Le parole di Sainz

Anche lo spagnolo punta le McLaren: “È una buona opportunità per attaccarli – ha detto lo spagnolo – loro sono in vantaggio in classifica, ma nelle ultime gare eravamo più veloci noi. Loro bene in Russia, noi in Turchia e ad Austin, ma se qualcuno farà un errore l’altro gli passerà davanti. È una bella battaglia, la possiamo vincere, ma non saprei chi è favorito. In ogni caso il 3° posto è più simbolico che altro, perché noi vogliamo tornare a lottare per le vittorie e se è vero che il terzo posto è meglio del quarto, per noi deve essere più che altro un allenamento per il futuro. Quest’anno abbiamo mostrato una buona reazione, nello sviluppo, nelle strategie e nella gestione delle gomme, la power unit è migliorata, stiamo andando nella giusta direzione e le nuove regole saranno un’ulteriore opportunità. Il passo qui? Siamo veloci, anche in qualifica, un buon risultato è possibile”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: