Effe1 Race Tech Red Bull Bocciata ? puntata 43 – Il podcast settimanale in onda su Youtube, svela e interpreta i segreti della Formula 1 grazie alla conoscenza interna del motorsport competitivo dell’Ingegner Riccardo Romanelli, progettista integrato nel team di Wolf Racing cars, e coautore del libro “Endurance WEC, delle gruppo C ai prototipi ibridi”

Nell’ultima puntata, andata in onda a cavallo delle feste di fine anno, tra gli argomenti trattati la notizia, riportata da vari siti e quotidiani di informazione motoristica, del presunto fallimento di un crash test frontale da parte di Red Bull, la scuderia che ha dominato il campionato 2023 con Max Verstappen. Secondo alcune indiscrezioni riportate prevalentemente dalla stampa italiana, la squadra austriaca avrebbe avuto problemi con la prova strutturale del muso anteriore della sua monoposto per il 2024, dovendo così modificare il progetto e ritardare lo sviluppo.

Al riguardo, la trasmissione si focalizza più che sulla analisi della veridicità della notizia, su quali possano essere le conseguenze di un fallimento simile, dovesse accadere ad una scuderia di Formula 1 in questo stadio del progetto.
L’Ing. Romanelli ha quindi spiegato che il crash test è una procedura obbligatoria e rigorosa che tutte le scuderie devono superare per omologare le loro vetture, e che prevede dei criteri ben precisi da rispettare in termini di decelerazione, energia assorbita e integrità del componente.
Ciò che davvero è ignoto, relativamente a questa notizia, non è solo il modo in cui il componente testato sia fallito – non si sa infatti se si tratti di una rottura, di una deformazione giudicata eccessiva rispetto ai parametri fissati dalla FIA, e nemmeno si conosce quale sia stato il componente testato: Romanelli infatti conferma essere pratica comune portare più versioni di uno stesso componente a questo tipo di test.
L’ingegnere ha quindi concluso che fallire una prova di questo tipo non è necessariamente un dramma, sebbene possa comportare limitate conseguenze sul piano del peso, dell’aerodinamica e della schedula di progetto.

Il podcast prosegue e si conclude con una panoramica sulle altre novità tecniche della Formula 1,e in particolare le anticipazioni sulla Ferrari 2024, che promette di essere una rivoluzione rispetto alla deludente stagione precedente.
Notizie e indiscrezioni sul progetto 676 di Maranello hanno cominciato a fare capolino negli organi di informazione, soprattutto grazie alle interviste rilasciate nelle ultime settimane da parte dell’Ing. Enrico Cardile, recentemente promosso a Direttore Tecnico della scuderia italiana.
Proprio sopra alla figura dell’Ing. Cardile si concentra una buona parte della trasmissione, rispondendo ad alcune curiosità sollevate dagli ascoltatori: è infatti opinione dell’Ing. Romanelli che ci sia probabilmente troppo poca considerazione della stampa italiana per le eccellenze tecniche locali, il che porta il grande pubblico spesso a domandarsi quale sia il reale spessore scientifico dei tecnici della Rossa.

Se vi siete persi questa puntata o volete riascoltarla, potete trovarla a questo collegamento:

crash test red bull
crash test red bull

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto