Brawn: “Nei prossimi anni Hamilton alzerà ancora l’asticella”

Le lodi per Lewis Hamilton si sprecano in questo periodo. Dopo Vettel, Verstappen e altre personalità del circus che si sono complimentate pubblicamente con il pilota britannico per aver eguagliato il record di 91 vittorie di Michael Schumacher, anche Ross Brawn ha sottolineato l’importanza di questo traguardo.

Nella sua rubrica sul sito ufficiale della Formula 1, il direttore generale Motorsport ha espresso il suo stupore nel veder superare il record di Michael in un tempo relativamente breve: “Michael diceva sempre che i record sono fatti per essere battuti, ma ammetto che non mi aspettavo che questo venisse battuto in così poco tempo”.

In effetti Schumacher deteneva il record dall’ottobre del 2006, data della sua ultima vittoria con la Ferrari, in Cina, prima del suo primo ritiro. La seconda esperienza del tedesco in Formula 1 con la Mercedes nel triennio 2010-2012 non gli fruttò nessuna vittoria e solo una salita sul podio grazie al terzo posto ottenuto nel pazzo Gran Premio d’Europa del 2012. Dopo soli 10 anni, Schumacher viene affiancato dal pilota che negli ultimi tempi ha vinto di tutto, sconvolto le statistiche e la cui opera di dominio assoluto, secondo Brawn, non è ancora finita:

“Non credo che Lewis si fermerà qui. A giudicare dalle sue prestazioni, nei prossimi anni alzerà l’asticella fino a un livello inaudito”.

Secondo l’ingegnere britannico, l’approccio pragmatico di Lewis alle gare è vincente: “La sua gara di oggi [al Gran Premio dell’Eifel, n.d.r.] è stata efficiente ed efficace, quasi metodica, anche se sono certo che dal punto di vista del muretto e da dentro la macchina sia stata tutt’altro che metodica”.

Brawn ha lavorato sia con Schumacher che con Hamilton nel corso della sua carriera e sostiene che, nonostante siano accomunati dai numeri, il carattere dei due non poteva essere più diverso: “Michael era un pilota molto drammatico sulla pista e molto tranquillo fuori, Lewis è quasi l’opposto, calmo e letale in termini di prestazioni sulla pista, ma la sua esuberanza emerge solo lontano dalla pista”.

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: