La competizione che riguarda le auto storiche è attualmente in corso. Alla Modena 100 ore partecipa anche Emanuele Pirro.

Giornate di grande entuasiasmo per gli appassionati di auto storiche e del motorsport in generale. Sulle strade del Bel Paese è infatti in corso la Modena 100 ore, scattata nella giornata di domenica 11 ottobre e che si concluderà domani, giovedì 15 ottobre. Dopo l’esposizione delle vetture partecipani presso Villa Borghese a Roma e le prime verifiche tecniche, si è iniziato a fare sul serio sin da lunedì mattina, quando è partita la prima tappa.

I partecipanti, tra i quali il grande Emanuele Pirro, 5 volte vincitore della 24 ore di Le Mans ed attuale steward per la FIA nei GP di Formula 1, si sono mossi dalla capitale, raggiungendo la cittadina di Rieti dove hanno attraversato il centro storico. La prima prova speciale è stata quella del Terminillo, sulla salita che ospitata la celebre Coppa Carotti nel Campionato Italiano Velocità Montagna. Martedì è stata disputata la seconda tappa, presso il circuito di Magione in Umbria. La tappa odierna prevede invece la prova speciale presso l’Autodromo del Mugello, con pranzo nel paese di Barberino.

Gran finale fissato per domani ad Imola, al tracciato Enzo e Dino Ferrari. Inutile dire che si tratta di una competizione dal sapore estremamente vintage, che mette in mostra delle vetture davvero meravigliose. Tra queste, figurano la Fiat 131 Abarth griffata Alitalia, campione del mondo rally nel 1977 e 1978. Numerosa presenza anche per Porsche e Ferrari, mentre Pirro si è ritrovato al volante di una Lamborghini Countach 25th Anniversary. La Modena 100 ore è dunque fonte di spettacolo e riporta alla mente un mondo del motorsport sicuramente diverso, ma assolutamente vivo ed in grado di emozionare ancora il pubblico.

Nelle foto di Alessandro Messi le vetture più prestigiose in gara

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: