Toto Wolff non è stupito dalla scelta fatta da Sebastian Vettel e dalla Ferrari di dirsi addio a fine stagione, ma dal momento in cui è arrivato l’annuncio ufficiale.

Il direttore esecutivo della Mercedes a Espn, ha espresso la sua opinione sul divorzio fra Vettel e la Ferrari. “Abbiamo una relazione amichevole. Non sono così sorpreso della sua decisione, penso che si potessero vedere alcune crepe”.

Mercedes_vettelWolff, è convinto che il tedesco sia dispiaciuto di lasciare la Ferrari nel 2021. “È stata una grande personalità degli ultimi 10 anni in Formula Uno, vincendo quattro titoli e iniziando questo incantesimo di grande successo alla Red Bull. È deludente per lui vedere che questo sogno alla Ferrari è stato interrotto, ma è quello che è”.

Il manager austriaco, è stupito di come il mercato piloti sia partito con grande anticipo quest’anno, rispetto al solito. “Raramente prendi decisioni così presto nella stagione perché sia ​​per Daniel alla Renault, o Carlos alla McLaren, o Sebastian alla Ferrari, questi ragazzi gareggeranno, vedranno tutta l’innovazione, dovranno essere coinvolti nello sviluppo del veicolo e hanno bisogno di giocare la loro parte di squadra anche in alcune competizioni. Quindi sì, queste decisioni sono state prese più velocemente di quanto avrei fatto ma è interessante da guardare, forse c’è qualcosa da imparare”.

Wolff, smentisce nuovamente le voci di una rottura con Hamilton dopo la cancellazione del Gp d’Australia, raccontando di aver sentito in queste settimane parecchie volte il campione del mondo e Bottas.

“Abbiamo parlato spesso e siamo rimasti in stretto contatto. Penso che all’inizio, come per tutti noi, fosse insolito abituarsi a questa nuova situazione. E Lewis, si è goduto i suoi diversi lati della vita. Penso che gli abbia fatto apprezzare molto le corse”.

In conclusione, Wolff spiega perché è stato assente a molte riunioni in questo periodo. “Sono in questo sport dal 2009 con Williams e non ho mai visto così tanto opportunismo e manipolazione. Ho imparato molto su varie persone e, per quanto io sappia che questo è un ambiente altamente politico e tutti cercano di ottenere un beneficio, direi che questi ultimi sei mesi sono stati i periodi più politici in Formula 1″.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: