F1 – I test, come sempre, non possono dare riscontri oggettivi tuttavia alcune considerazioni vanno fatte, soprattutto sulla Mercedes.
La guidabilità delle vetture è un parametro adeguato anche se non è detto che i giri effettuati siano al limite, da questo punto di vista la Red Bull e la Ferrari sono sembrate a posto mentre la Mercedes ha avuto molti problemi di gioventù.

Ma la domanda che in tanti si sono posti è come facciano i tedeschi a raffreddare adeguatamente il loro ‘motorone’ rinunciando di fatto ad avere delle pance e delle prese d’aria grandi.

Partiamo da una considerazione e se è vero che a pensare male ci si azzecca quasi sempre vien da pensare che la Mercedes abbia puntato su una vettura con una scarsa sezione frontale e con un dimagrimento esasperato perché forse non potrà più mettere a disposizione dei suoi piloti la potenza esagerata che ha mostrato nel finale della stagione 2021.

pance mercedes
pance mercedes


E qui dobbiamo riallacciarci a quanto accaduto alla Ferrari nel 2020 e fare un poco di ‘dietrologia politica’, quel patto segreto con la FIA che ha fatto in modo tale che si rinunciasse a tanta potenza, di fatto accettando 2 anni di purgatorio, ma con l’intento di aiutare la stessa Federazione nello scoprire o vanificare aggiramenti delle regole che riguardano la Power Unit, potrebbe essere l’ago della bilancia in questa stagione; bloccata la squadra di Maranello si è lasciata forse via libera alla Mercedes ed alla stessa Red Bull?

Se così fosse, la Rossa ha scontato la sua ‘pena’ ed invece sulle altre due scuderie c’è la minaccia concreta di serrati controlli sul propulsore motivo per il quale la Mercedes abbia dovuto puntare decisamente più su una vettura super performante da un punto di vista aerodinamico che sulla solita potenza del motore; stessa cosa si può pensare della Red Bull anche se il loro punto di forza è sempre stata la macchina e il muretto.

Mercedes quindi meno potente che nel 2021 ?
Può essere e se lo sarà non è una scelta soggettiva ma una sorta di ‘patto’ in cui c’è qualcosa da restituire dopo anni in cui si è palesemente chiuso un occhio ed a volte anche due.
Ciò che è accaduto nell’ultima gara del 2021 è sembrato proprio una sorta di resa dei conti ed un segnale ben preciso nei confronti dei Tedeschi.
Dai test comunque sembra emergere che la Ferrari abbia un gran carico aerodinamico come la Red Bull del resto e questo fa bene sperare perché questo è stato il tallone d’Achille della Rossa per anni, tuttavia:

Perché Binotto afferma che c’è da recuperare nei confronti dei primi due della classe?
Strategia per non scoprire le carte? E se è vero che si parte da un foglio bianco non c’è proprio nulla da recuperare, Binotto in questa stagione non avrà scuse di nessun tipo e che è più agguerrito lo si nota dal fatto che ha pubblicamente parlato di una presunta irregolarità Mercedes (gli specchietti) cosa che non è proprio da lui, forse l’orso si è svegliato…

Marco Asfalto

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: