Incalzato dai giornalisti in occasione dell’eSports Liberbak Challenge, campionato di motorsport virtuale in cui il pilota spagnolo compete con un proprio team, Fernando Alonso ha fatto luce su alcuni aspetti riguardanti il proprio futuro. Con la conquista del titolo WEC nello scorso mese di giugno, l’agenda dell’ex ferrarista si è apparentemente liberata. Per questo hanno preso il via numerose speculazioni che ruotano da un lato intorno alla Dakar 2020, mentre dall’altro intorno a un possibile ritorno in Formula 1.

 

Sì alla Dakar, ma non nel 2020!

Alonso nello scorso marzo era stato coinvolto in un test nel deserto del Kalahari con la toyota Hilux, lasciando così intendere la propria partecipazione alla celebre gara rallystica già nel 2020. La smentita è però arrivata direttamente dal campione spagnolo, che non ha tuttavia negato un certo interesse per un futuro più lontano: “È un qualcosa di interessante che valuterò nel futuro, non so quando ciò succederà. È sicuramente una sfida molto attraente e una delle più importanti nel motorsport”. Alonso non ha negato le difficoltà che il salto nel rally comporta: “Allo stesso tempo però la Dakar richiede uno stile di guida opposto al mio. Per questo partecipare improvvisamente all’evento più duro del Rally sarebbe un passo estremo” ha concluso lo spagnolo. 

Zak Brown appoggia il ritorno in F1

Per quanto riguarda il ritorno in Formula 1, Alonso è da mesi al centro delle più fantasiose speculazioni. Il rientro in McLaren, che rappresentava l’unica possibilità realistica, non potrà verificarsi in seguito alla riconferma di Sainz e Norris. Anche in ragione di ciò, il team principal del team di Woking, Zak Brown, ha detto di voler sostenere lo spagnolo nell’ipotesi di un suo ritorno nel Circus. “Fernando rimane un ambasciatore della McLaren, stiamo parlando con lui di alcuni programmi fuori dalla F1 per il futuro – ha dichiarato Zak BrownSe però volesse tornare in Formula 1, visto che noi non abbiamo un posto vacante, saremmo felici se lui riuscisse a trovare un’altra sistemazione valida. Se è questo ciò che desidera saremo felici di sostenerlo“ ha concluso il manager statunitense allontanando le voci di una crisi tra il team e il pilota.

Alonso, che ha già dichiarato più volte di valutare il ritorno in Formula 1 solo se potrà lottare per la vittoria e il titolo, ha concluso con una frase che lascia ben sperare i suoi tifosi: “Per il futuro ho già un’idea molto chiara su quello che farò. Non aspetterò nella speranza che qualcuno mi chiami!”.