Helmut Marko tuona contro la Fia, dichiarando di essere pronto a ricorrere alle vie legali per chiedere un risarcimento, di 24 milioni di dollari.

Nonostante il comunicato della Fia continuano le polemiche, e Marko che l’anno scorso e durante tutto l’inverno ha continuato a punzecchiare la Ferrari, insieme a Wolff è il più determinato a non fermarsi qui.

Marko FerrariIl consulente della Red Bull per tutto il 2019 denunciò l’illegalità del motore Ferrari, stesso concetto poi ripreso da Verstappen ad Austin.

Marko al Der Spiegel, ha attaccato duramente la Federazione a cui chiede il premio per il secondo posto della classifica costruttori andato alla Ferrari, che ha preceduto la Red Bull di 87 punti.

Il comportamento della Fia è un vero scandalo. Dovremmo effettivamente incaricare il capo del Team Red Bull Racing Christian Horner di denunciare, la Fia per 24 milioni di premi in denaro“.

Questa posizione è stata ribadita ad auto-motor-und-sport, in cui ha aggiunto di sentirsi tradito due volte prima in pista poi per il bilancio.

Noi abbiamo perso un milione finendo terzi anziché secondi. Non solo perchè vengono distribuiti più soldi per il secondo posto, ma perchè i nostri contratti di sponsorizzazione sono legati alle prestazioni.

Presumo che per le altre squadre siano simili. Dobbiamo supporre che li avremmo battuti in pista, se tutto fosse andato bene con il loro motore”.

Marko non vuole solo un risarcimento danni, ma anche una multa molta alta ed esemplare per la Ferrari.

“Se avessero imbrogliato, 10 o 20 milioni sarebbero troppo economici”

Nel frattempo se a distanza di qualche ora dal comunicato Fia prosegue il silenzio stampa della Ferrari, la Red Bull oltre a preparare Melbourne ieri è stata a Zandvoort.

Verstappen ha provato per primo il circuito che Domenica 3 Maggio ospiterà la prima edizione del Gran Premio d’Olanda, dove cercherà di vincere davanti ai suoi tanti tifosi.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: