Gran Premio di Ungheria: Qualifiche, analisi di una prima fila rossa

Si riconferma il dominio rosso sul circuito ungherese, con le Mercedes che non riescono a tenere il passo. Hamilton si ferma a 4 decimi da Sebastian Vettel, davanti a lui la prima fila è completamente rossa.

 

La mescola Super Soft è stata l’unica utilizzata in qualifica, con la temperatura dell’asfalto pari a 57° C.

Nelle prime tornate i tempi della Mercedes sono alti, girando sul 17.9 con Hamilton e sul 18.1 con Bottas. Veloci sin da subito, invece, le Ferrari, che già al secondo giro si portano subito sul 1.17 basso. Il miglior tempo di Vettel, 1.17.244s, tempo a cui riesce ad avvicinarsi solo Max Verstappen, che con la sua Red Bull si ferma solo a 22 millesimi dalla Ferrari. Hamilton resta in pista per 6 giri, ma si ferma solo a 4 decimi dal miglior tempo. Solo nel secondo settore il britannico è riuscito a guadagnare dei decimi, ma è Vettel a segnare la miglior prestazione nel primo e terzo settore.

Guardando la classifica generale della Q1 si nota attentamente quanto il circuito dell’Hungaroring abbia poco feeling con la Power Unit Mercedes: nelle prime dieci posizioni sono presenti solo le frecce d’argento, solo 12° Ocon, il primo degli altri Mercedes. In gran forma le Renault, con Nico Hulkenberg in 7° posizione e Joylon Palmer in 10°. In netto miglioramento anche le McLaren, 8° e 9°.

Non pervenute le Williams, invece, che si accontentano del 17° e 19° posto, ma un grande applauso se lo merita Paul di Resta, che si ferma solo a 7 decimi dal compagno di squadra, non male per un pilota che non sale in macchina da 4 anni.

Non passano il taglio Magnussen, Stroll, Wehrlein, di Resta ed Ericsson.

In Q2 nessuno tenta l’azzardo con le gomme soft. Sebastian Vettel è molto carico e segna subito il primo record della pista in questa sessione, 1.16.802s, tempo che Hamilton migliorerà di 2 decimi, terminando la sessione in prima posizione. Diversi problemi per lui, con lamentele per delle vibrazioni, tanto che ai box i meccanici Mercedes controlleranno il fondo della sua W08, ma anche per il tempismo con cui il muretto lo riporta in pista. Impressionante la progressione della sua monoposto: Hamilton, andando di “manettino”, riesce a recuperare, tra i due tentativi ben 5 decimi.

E’ lampante la differenza tra i due contendenti il mondiale dagli on board. Vettel mantiene una guida pulita, senza correzioni, quasi stesse facendo un giro panoramico. La guida di Hamilton sembra nervosa, piena di correzioni e diverse sono le uscite fuori pista che di fatto fanno perdere tempo al 3 volte campione del mondo nel preparare il giro veloce.

Esclusi dal Q3 Palmer, Ocon, Kvyat, Perez e Grosjean. Qualificate, invece, entrambe le McLaren.

 

Lewis Hamilton si ferma a 4 decimi da Vettel, a 2 dal compagno di squadra Valtteri Bottas. La seconda fila è tutta Mercedes, la terza, invece, tutta Red Bull, con Max Verstappen che precede colui che sembrava il favorito per questo weekend, Daniel Ricciardo. Segue Nico Hulkenberg, che partirà però in 12° posizione, a causa della penalità di 5 posizioni per la sostituzione del cambio. Seguono ancora Fernando Alonso, Stoffel Vandoorne e Carlos Sainz. Un altro cambiamento della griglia di partenza è dovuto a Daniil Kvyat che si ritrova con 3 posizioni di penalità per aver bloccato Lance Stroll in pista. Una situazione, quindi, analoga a quella avvenuta tra Grosjean e Hamilton a Silverstone, ma in quella occasione non c’è stata alcuna penalità.

La prima fila rossa è una grande opportunità per risollevarsi dal week end negativo di Silverstone e recuperare punti importanti sia nel campionato piloti che nel campionato costruttori. Anche il passo gara, simulato nelle libere, sembra essere a favore delle Ferrari. I tanti, piccoli cambiamenti portati all’Hungaroring, sembrano aver funzionato. Sembra essere una gara “in salita”, invece, per Lewis Hamilton.

Appuntamento domani alle 14 per il semaforo verde del Gran Premio di Ungheria.

La classifica completa delle Qualifiche del Gran Premio di Ungheria:

 

Credits pictures:  F1 Official Twitter Account

di Marika Laselva
Twitter: @MarikaLaselva

Share Button