In queste tristi circostanze non è mai facile trovare le parole giuste , specialmente quando cosi all’improvviso come , purtroppo, è accaduto sabato scorso a Spa. Hubert

Di parole ne sono già state dette tante, e ora voglio solo raccontare a modo mio ma una premessa va fatta e sottolineata:

era gia’ un pilota (Jr) Renault e non è da tutti essere appoggiati ed elogiati da un grandissimo ex campione come Alain Prost, quindi questo la dice lunga confermando che la stoffa del campione l’aveva, eccome.

Io lo conoscevo, l’avevo conosciuto abbastanza bene, da rivale chiaramente, e conoscevo anche suo padre.

Entrambi i primi a salutare quando si arrivava in pista. La prima volta che lo vidi fu in un test organizzato dalla Scuola Federale francese nel febbraio di 6 anni fa in una fredda giornata a Le Mans , nella pista Bugatti.

Mi trovavo li , come tutti gli altri ragazzini che arrivavano dal Kart come il mio pilota cinese dell’epoca , e per tutti quello fu il primo assaggio dell’unica Formula 4 presente a livello globale in quel momento (i vari campionati Nazionali partirono dal 2014).

Lo ritrovai a Marzo e poi ad Aprile sempre nel circuito della Sarthe e nelle successive gare del campionato Francese.
Anthoine domino’ quella stagione a suon di vittorie e vittorie , tant’è che al 4to appuntamento dei 7 previsti aveva già ipotecato il titolo di campione francese F4.

leclerc_hubert

Quasi paradossalmente, parlando di sport e “numeri”, forse perché era solo luglio, ricordo di averlo accostato ai due vittoriosi mondiali di Schummi, del 2002 e 4, ovviamente  per via dell’ottimo rendimento se pur in un campionato formativo.

Spese due anni a livello internazionale nella Formula Renault per passare nel 2016 in F3 europea alla corte del team olandese VAR che precedentemente aveva fatto correre Verstappen e Leclerc. Questo gli consenti di passare in Gp3 l’anno dopo dove chiuse 4to e miglior debuttante, per essere campione lo scorso anno. Tra l’altro ultimo vincitore della Gp3 (ricordo che da quest’anno è mutato in F3 Internazionale). Tutto ciò da ormai qualche anno , in parte già dalla vittoria in F4 nel 2013, gli consenti l’ingresso nel programma giovani Renault. E non ricordo bene in quale occasione, lo scorso anno ebbe modo di testare più volte la F1 francese in test privati ed inoltre, ebbe il supporto per correre in F2 quest’anno, aggiudicandosi pure due gare finora.

Peccato, Anthoine ci mancherà’ e mancherà’ al motorsport perche’ un campione cosi serviva a valorizzare lo sport, questo sport, che ultimamente trascura piu’ l’aspetto sportivo a favore di altro.

Mi fa specie qui a Monza non poterti vedere e magari salutarti anche di sfuggita. Chissa’ che lassu potrai’ vincere le tue gare contro i grandi di sempre.

Sito Web http://www.agracingconsulting.com/

Di Alessandro Giandelli  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: