Il francese della Red Bull targata Honda precede la Mercedes del finlandese. Lontane le Ferrari che non forzano

La prima sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna è andata in archivio con un risultato inatteso. Approffitando di un grande miglioramento della pista nel finale del turno, Pierre Gasly ha portato la sua Red Bull targata Honda in vetta alla classifica dei tempi, girando con gomme Soft in 1’27’’173. Assolutamente una bella reazione quella del francese, uno dei piloti con il sedile più a rischio visti gli scadenti risultati ottenuti sino ad oggi. In seconda posizione la Mercedes di Valtteri Bottas, attardato di 456 millesimi. Alle sue spalle Max Verstappen, terzo in 1’28’’009. Solo al quarto posto Lewis Hamilton, ma le frecce d’argento hanno ottenuto i loro tempi nella prima parte della sessione con pista non perfetta.

In ritardo le Ferrari: Charles Leclerc è quinto in 1’28’’253, di poco davanti rispetto a Sebastian Vettel. Entrambi hanno utilizzato le Soft, con il monegasco che ha perlomeno fatto segnare la velocità di punta più alta. Positiva la prova delle Renault, con Nico Hulkenberg settimo subito davanti a Daniel Ricciardo. La top ten viene completata dalla Toro Rosso-Honda di Alexander Albon e dalla McLaren di Carlos Sainz. Segue il compagno di squadra Lando Norris, davanti alle Racing Point di Perez e Stroll tra le quali si è infilato Kvyat. Quindicesimo Antonio Giovinazzi con l’Alfa Romeo Racing, mentre Kimi Raikkonen è diciottesimo ma si è fermato in pista a causa di problemi tecnici sulla sua monoposto. Male le Haas, con Magnussen sedicesimo e Grosjean diciannovesimo, dopo aver commesso un clamoroso testacoda in uscita dei box con il quale ha danneggiato l’ala anteriore.

Non male George Russell che è diciassettesimo con la Williams, anche lui vittima di un testacoda dopo pochi minuti. Chiude Robert Kubica. Alle 15 la seconda sessione di libere.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: