La Mercedes da forfait e dunque la Ferrari sul circuito di Le Castellet per la seconda volta in stagione ha testato le nuove gomme intermedie da 18 pollici e le “full wet”.

Valtteri Bottas avrà ancora di cui pensare. I Test Pirelli per il 2022 erano stati assegnati inizialmente alla Mercedes ma c’è stato il forfait da Toto Wolff legato al budget cap dopo le spese dovute per riparare proprio la macchina di Bottas dopo Imola. E allora dopo la Spagna, al Paul Ricard ci pensa la Ferrari a provare le nuove mescole per la prossima stagione.

Nella giornata di ieri è toccato prima a Charles Leclerc alla guida della SF90 provare le due nuove mescole da bagnato che debutteranno per la prima volta nel 2022. Il Monegasco nella mattinata ha percorso prima 83 giri con le intermedie nonostante una giornata interamente primaverile. Ma grazie ad un impianto di irrigazione automatico della pista, importanti dati ai fini del test si sono ottenuti nel pomeriggio dove Leclerc ha percorso 53 giri in totale con gomme interamente da bagnato. Sono 141 i giri totali per lui.

Cambio di pilota: è toccato anche a Carlos Sainz

Nella giornata di oggi è toccato anche a Carlos Sainz testare le nuove mescole. Lo Spagnolo, di ritorno dalla ‘Partita del Cuore’ di ieri sera insieme al suo compagno di scuderia, si è diretto verso il circuito francese per completare i test. Anche per lui, come per Leclerc, intermedie al mattino seguite da full bagnate nel pomeriggio.

Questi Test Pirelli per il 2022 rappresentano un’ottima opportunità per la Ferrari che vuole approcciare sempre di più al nuovo campionato trovandosi leggermente in vantaggio rispetto alle avversarie.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: