E’ stato solo ammonito dalla FIA, ma al Team principal della Red Bull Christian Horner (che si scusa) è andata bene. Accusato per aver definito “canaglia” il Marshall che ha sventolato la doppia bandiera gialla innescata nel Q3 da Gasly in Qatar.

Quella famosa bandiera gialla (doppia per Max Verstappen) ha portato problemi in casa Red Bull anche dopo il Gran Premio. Il direttore di gara della Formula 1 Michael Masi ha personalmente ammonito il capo del team Red Bull Christian Horner indirizzandolo agli steward del Gran Premio del Qatar per i commenti televisivi rivolti al Marshall che ha sventolato la bandiera gialla nel Q3 del sabato in Qatar, definendolo “canaglia“.

Tuttavia Christian Horner si è scusato, ma ha ricevuto un avvertimento ufficiale e ha accettato di prendere parte a un programma di steward internazionali il prossimo febbraio.

“Era un rinvio del direttore di gara agli steward”, ha detto Masi ai giornalisti. “Non ho tempo per andare a cercare sui social media in vista di una gara, ma sono stato avvisato di loro (i commenti) e mi sono riferito a Christian. Si è scusato molto per i suoi commenti e come parte di ciò, ovviamente, la decisione degli steward è stata semplice”.

Masi ha detto che nessuno dovrebbe essere criticato per aver agito nell’interesse della sicurezza e ha sottolineato che i Marshall erano volontari non pagati e lo sport faceva affidamento su di loro.

“Tutti rinunciano a un’enorme quantità di tempo e senza di loro molte cose non accadrebbero”, ha detto. “Questa è la parte che manca a molte persone, e difenderò ogni funzionario volontario e ogni funzionario in ogni pista del mondo.”

I commissari locali decidono in merito alle questioni relative alle bandiere, mentre la safety car e le bandiere rosse sono chiamate dal controllo di gara.

Horner ha detto di aver parlato con frustrazione più di qualsiasi altro individuo dopo che il suo leader del campionato Max Verstappen è stato penalizzato di cinque posizioni in griglia prima della gara di domenica.

Il pilota olandese è stato punito per non aver rallentato alle bandiere gialle alla fine delle qualifiche del sabato quando l’AlphaTauri di Pierre Gasly si era fermato in pista con una foratura e un’ala rotta.

Verstappen è arrivato secondo nella gara notturna illuminata, vinta dal rivale della Mercedes Lewis Hamilton, con il suo vantaggio complessivo ridotto a otto punti, con due gare rimanenti in Arabia Saudita e Abu Dhabi.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: