Dopo un periodo passato come direttore generale della F1, Brawn ha deciso di ritirarsi al termine della stagione 2022, ma l’inglese ha ammesso di essere sempre disponibile per il circus.

Il rombo dei motori difficilmente sarà un qualcosa a cui voltare le spalle, soprattutto dopo una carriera che ha incluso la conquista del titolo di F1 da parte del suo team nel 2009 e un ruolo chiave nel dominio della Ferrari a inizio anni 2000.

“Manterrò un po’ di interesse. Stefano [Domenicali] è un ottimo amico e, come gli ho detto, il mio telefono è sempre acceso”, Brawn ha dichiarato a Motorsport.com. “Quindi, se c’è qualcosa in cui posso essere d’aiuto e che non richiede troppo tempo, sarei molto felice di poterlo fare. Ma si tratterebbe di un ruolo di consulenza, piuttosto che di un ruolo attivo”.

LA FORMULA 1 OFFRE ELEMENTI CHE ALTRI SPORT NON POSSONO EGUAGLIARE

Brawn ha spiegato che i decenni trascorsi in F1 gli hanno fatto apprezzare la magia dei Gran Premi che, secondo lui, offrono elementi che altri sport non possono eguagliare.

“È uno sport meraviglioso, una combinazione straordinaria di tecnologia e talento alla guida. Si possono avere grandi piloti con auto inferiori, piloti mediocri con auto brillanti e, a volte, piloti brillanti con auto altrettanto veloci. E il fatto che cambi così tanto durante la stagione. Se si guarda alla maggior parte degli sport, come l’atletica o il tennis, quando qualcuno tende a essere in cima al tabellone, a meno che non abbia una giornata no, è molto difficile per chiunque batterlo. In questo sport, magari stai vicendo, e so che abbiamo avuto dei periodi di dominio, ma poi arriva qualcuno che fa progressi con la vettura e improvvisamente non vinci più. È una dinamica che si ripete continuamente. E su piste diverse”.

Brawn ritiene anche che l’espansione della popolarità della F1 sotto la direzione di Liberty Media sia stata fantastica e spera che la società continui a prendersi cura dei suoi fan.

“Penso che dobbiamo preservare e proteggere questa passione. Ma sto per salpare verso il tramonto [della mia carriera] e sono davvero soddisfatto, anzi felicissimo, della situazione attuale della Formula 1. Penso che non dobbiamo dimenticare quello che abbiamo fatto per arrivare a questo punto, in modo da assicurarci di continuare a progredire”, ha concluso Brawn.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: