Carlos Sainz Jr afferma che è un segreto di Pulcinella tra i piloti di Formula 1 che le auto del 2022 si comportino “molto diversamente” nei simulatori rispetto ai modelli attuali. I team di F1 stanno ancora lavorando ai progetti di auto costruite secondo i nuovi regolamenti del prossimo anno, ma li hanno già inseriti nei loro simulatori.

L’asso della McLaren Lando Norris ha suscitato qualche intrigo di recente quando ha suggerito che la versione 2022 che aveva inizialmente utilizzato “non era così bella” da guidare come le macchine attuali.

Il pilota della Ferrari Sainz ha corso molto con la vettura del 2022 al simulatore di Maranello della sua squadra e afferma che la percezione di Norris della sensazione del prossimo anno non era utopia.

Alla domanda di Autosport se condividesse le opinioni di Norris sull’auto del 2022, infatti ha detto: “Questa è la domanda da un milione di dollari che c’è intorno al paddock.

“Sappiamo come si sente la nostra macchina, e tra i piloti siamo tipo, ‘come si sente la tua?’ Penso che inizi a esserci una tendenza nel paddock, e nei piloti, verso la quale stiamo andando tutti nella direzione di: ‘wow, questo è molto diverso e abbastanza lontano da dove siamo noi e da come si sente la macchina ora.”

Le auto del 2022 eliminano gran parte dell’attuale dipendenza dalla deportanza generata dal flusso aerodinamico sull’auto, e invece si affidano molto di più all’effetto suolo. Ciò significa che il modo in cui l’auto si comporta, specialmente negli angoli, avrà una sensazione molto diversa all’interno dell’abitacolo.

Sainz ha aggiunto: “Sarà un grande cambiamento e forse, tra di noi, stiamo iniziando ad accettare che questo sarà bello. La guido da gennaio o febbraio al simulatore e quest’anno sono stato in cima a quella macchina alcune volte”, ha spiegato. “L’ultima sessione è stata la scorsa settimana. Inoltre, dopo ogni test Pirelli che abbiamo fatto quest’anno con le gomme, abbiamo provato a tornare indietro e controllare il modello di gomma, e abbiamo provato a montarlo sulla macchina.

“C’è molto lavoro da fare su questo progetto del 2022, l’intera fabbrica sta lavorando il più possibile.

È tutto a gonfie vele e lo vediamo in Ferrari come una buona opportunità. Riusciremo a vincere o no? Questa è una bella domanda. Ma la volontà e le ore e l’intenzione di sicuro non mancano.”

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: