Il giovane tedesco si avvicina ancora di più alla F1 nel weekend russo, durante il quale ha parlato del record di vittorie detenuto dal padre e destinato ad essere superato da Lewis Hamilton.

Dopo l’ennesima pole straordinaria e una partenza tranquilla, Lewis Hamilton sembrava pronto ad eguagliare il record di vittorie di Michael Schumacher nel GP di Russia. Il campione britannico è tuttavia incappato in un’ingenua infrazione del regolamento (non la prima in questa stagione), che gli è costata la vittoria e l’appuntamento con la storia della F1. Un appuntamento solo rimandato, vista la netta superiorità della coppia Hamilton-Mercedes nei confronti del resto della griglia.

Durante il weekend di Sochi, anche il figlio di Michael, Mick Schumacher, ha voluto celebrare il campione britannico: “Mio padre diceva sempre questa frase: i record ci sono per essere battuti. Questo è l’obiettivo di tutti i piloti. Lewis è in una grande serie positiva e noi siamo contenti. Ovviamente è un bene per lo sport. Lewis è anche un personaggio molto importante per la F1. A questo punto direi che il mio prossimo obiettivo, se farò il salto in F1, sarà quello di battere di nuovo quel record. […] In questo momento mi sto concentrando su me stesso, così come Lewis. Ad ogni modo credo che, quando ci sarà l’opportunità, sarei davvero interessato ad avere una lunga chiacchierata con lui”.

Nel frattempo, sembra ormai una formalità l’approdo del giovane tedesco in F1. A Sochi, infatti, è arrivato un altro grande weekend, con la vittoria nella Feature Race di sabato ed il terzo posto nella Sprint Race di domenica mattina. Nella prima gara Schumacher, partito terzo, ha agguantato la seconda posizione in partenza, per poi effettuare un grande sorpasso nei confronti di Yuki Tsunoda, giovane giapponese della Academy Red Bull, a metà gara. Da lì in poi, il tedesco ha controllato magistralmente negli ultimi giri, resistendo ai ritorni di Tsunoda e di Callum Ilott, collega in Ferrari Driver Academy e principale rivale al titolo.

Nella Sprint Race, Schumacher e la sua Prema hanno effettuato la solita partenza fenomenale salendo dall’ottavo al quarto posto. Il tedesco ha poi rapidamente passato Jack Aitken per la terza posizione, prima del terribile incidente, per fortuna senza conseguenze, proprio tra Aitken e Luca Ghiotto. La gara è stata dunque abbandonata dopo soli 7 giri, per permettere la riparazione delle barriere in curva 3 in vista del Gran Premio di F1. In classifica Schumacher allunga, non in maniera definitiva, su Ilott, che limita i danni anche grazie all’assegnazione di metà punti nella Sprint Race. Il tedesco arriverà al penultimo round in Bahrain, tra due mesi, con un vantaggio di 22 punti sull’inglese.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: