Stando alle indiscrezioni di Motorsport.com, la Mercedes avrebbe deciso di puntare su Russell per il 2021 rinunciando all’ipotesi Vettel.

L’idea di vedere Sebastian Vettel in Mercedes sta man mano perdendo forma. Stando alle indiscrezioni di Motorsport.com, il team campione del mondo avrebbe deciso di puntare su George Russell per il 2021 affiancandolo a Lewis Hamilton. Il giovane pilota della Williams, campione F2 nel 2018 è dunque il futuro della Stella a tre punte, con le parole di Toto Wolff relative ad un possibile ingaggio del tedesco che si rivelano delle semplici provocazioni. Russell rappresenterà dunque il futuro della Mercedes

Alla casa tedesca non interessa acquistare Vettel ed avere in squadra due campioni del mondo, preferendo puntare su un pilota del proprio vivaio. La situazione a Brackley appare dunque chiara, con un sei volte campione del mondo ( a caccia del suo settimo mondiale) che verrebbe affiancato ad un giovane rampante per l’immediato futuro. L’idea più plausibile è quella di far crescere Russell in Mercedes tramite i consigli di Hamilton, per poi fargli prendere le redini del team una volta che il britannico lascerà il circus.

Altra posizione in bilico è quella di Valtteri Bottas. Il finlandese ha corso per tre anni alla corte di Wolff, collezionando 11 pole position e 7 vittorie, laureandosi vice-campione del mondo nel 2019. Un bottino sicuramente positivo per un gregario, che nel 2020 potrà sparare le sue ultime cartucce prima di cedere la sua Mercedes a Russell. La carriera del finlandese in Formula 1 è dunque ad un bivio. Le ipotesi più accreditate sono l’Aston Martin e la Renault, ma nulla esclude un ritiro per affrontare qualche tappa del mondiale Rally. Va ricordato che Bottas è uomo di fiducia di Toto Wolff, dunque il manager austriaco potrebbe avere un grande impatto nella partita a scacchi del mercato piloti. Ovviamente, in favore di Valtteri. Nelle prossime settimane la situazione apparirà più chiara, ma mai come ora la carriera di Sebastian Vettel è sembrata vicino al tramonto. Dubbio un suo passaggio ad un team inferiore e lontano dalle posizioni di vertice, eventualità che potrebbe spingere il quattro volte campione del mondo ad appendere il casco al chiodo.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: