Non sembrano placarsi le polemiche e le illazioni nei confronti della Ferrari. Nonostante manchino 3 mesi abbondanti all’inizio della prossima stagione, Helmut Marko e Jos Verstappen continuano a provocare il team italiano.

Le ultime gare del 2019 hanno visto il calo delle prestazioni della Ferrari dopo che la FIA ha emesso diverse direttive tecniche sul regolamento del motore a seguito di richieste di chiarimenti da parte di Red Bull e Mercedes, sebbene il capo del team Mattia Binotto abbia negato qualsiasi collegamento. A Yas Marina, tuttavia, la Ferrari è stata multata di 50.000 euro dopo una discrepanza di carburante nell’auto di Charles Leclerc, con una differenza di quattro chilogrammi tra ciò che è stato dichiarato e ciò che è stato trovato. Ferrari 2020

Marko Ferrari

“Le regole sono chiare”, ha dichiarato il consulente di Red Bull Helmut Marko.

Si tratta di equità, rispetto delle regole e della parità di trattamento di tutti i team. Il motore della Ferrari è stato messo in discussione su diversi punti che sono probabilmente al di là di qualsiasi area grigia, ma non è stato fatto nulla per correggerlo”. Binotto ha nuovamente ribattuto sostenendo che era la prima volta che era stata rilevata una differenza nonostante fosse stata controllata più di 10 volte nel corso dell’anno.

Max Jos Verstappen

Tuttavia, Jos Verstappen, padre del pilota della Red Bull Max, non vede come la Ferrari potrebbe commettere un errore così banale.

Sai che questo non è stato un errore di calcolo, la Ferrari non si limita a commettere tali errori di calcolo. E’ necessario, la prossima stagione, inasprire le regole“.

Se sospettiamo che ci siano irregolarità, protesteremo sicuramente, e quindi la Ferrari dovrà rivelare tutto e la FIA dovrà, di conseguenza, affrontare la questione”, ha avvertito Helmut Marko, elogiando allo stesso tempo le azioni della FIA. “Stanno sicuramente facendo tutto il possibile per garantire che la complessità di questi motori sia controllata in ogni area. Penso che stiano solo facendo sempre più passi per garantire che le aree grigie siano rese molto chiare. Si spera che i cambiamenti normativi e le direttive tecniche in arrivo allevino qualsiasi preoccupazione”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: