La Ferrari ritiene che la sua decisione di rischiare l’introduzione anticipata del suo nuovo propulsore di Formula 1 potrebbe ripagare sia questa stagione che il prossimo anno.

Charles Leclerc ha fatto debuttare il motore aggiornato della Ferrari, che presenta un sistema ibrido rivisto, in Russia quando è partito dal fondo della griglia, prima che lo stesso accadesse al compagno di squadra Carlos Sainz in Turchia.

La Ferrari ha scelto di montare il propulsore aggiornato in questa stagione come parte di un esercizio di apprendimento prima che il congelamento del motore entri in vigore nel 2022. La scommessa ha già mostrato segni di ripagamento con la Ferrari che gode di una ripresa delle prestazioni negli ultimi due eventi, anche se i dati completi non sono stati comunicati.

“Come abbiamo detto all’inizio con Charles, quando l’abbiamo introdotto a Sochi, il primo obiettivo è cercare di aumentare la nostra esperienza in vista del 2022”, ha dichiarato il team principal della Ferrari Mattia Binotto. “Ecco perché l’abbiamo introdotto il prima possibile, prendendo anche qualche rischio, ma è tutta una valutazione del rischio. Ovviamente per noi è chiaro che abbiamo bisogno di ottenere il chilometraggio in pista e fare la nostra esperienza prima del 2022, dove le unità di potenza saranno congelate.

“Ci sta dando un piccolo vantaggio, non voglio quantificarlo sul tempo sul giro, perché dipende dalla pista. Non è solo pura potenza ICE, è recupero di energia, quindi è un po’ complesso.”

Mentre l’obiettivo principale dell’aggiornamento della Ferrari era quello di rafforzare le sue prospettive per il 2022, la decisione potrebbe portare a una conseguenza secondaria se il team riuscisse a revisionare la McLaren nella loro battaglia serrata per il terzo posto nel campionato costruttori. La Ferrari si trova a soli 7,5 punti con sei gare rimanenti dopo aver battuto il suo principale rivale di 10 punti nel Gran Premio di Turchia mentre Leclerc è arrivato quarto e Sainz ottavo.

Sainz crede che l’ulteriore aumento di potenza potrebbe aiutare a far pendere l’equilibrio a favore della Ferrari.

“Siamo stati più veloci della McLaren [in Turchia]”, ha spiegato Sainz. “A Sochi sono stati più veloci di noi. Quindi credo ancora che ci saranno alti e bassi fino alla fine dell’anno. Quello che questo motore dovrebbe darci, penso, è la possibilità per i circuiti in cui siamo dietro, di essere un po’ più vicini a loro e nei circuiti che siamo davanti forse un po’ più in alto.

“Questo è quello che stavamo cercando da quando l’aggiornamento è stato portato avanti e quello che speriamo è che ci dia quel piccolo vantaggio per cercare di rendere la lotta un po’ più complicata per loro.

Binotto afferma che l’esperienza della sua lotta con la McLaren alla fine andrà a beneficio della Ferrari quando si troverà nella posizione di sfidare ancora una volta per i titoli mondiali. “Sicuramente è un obiettivo che abbiamo già comunicato alla squadra”, ha aggiunto Binotto. “Penso che tutti siano d’accordo con questo. Sarebbe bello finire terzo. Penso che anche lavorare con l’obiettivo chiaro entro la fine di questa stagione, sia importante per noi perché è un modo di lavorare sotto pressione ed essere addestrati a questo. Quindi sì, il nostro obiettivo è arrivare terzi alla fine della stagione”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: