Formula 1Notizie F1

F1, Ferrari a Singapore gioie e dolori

La Ferrari nel Gp di Singapore ha conquistato tre vittorie, ma anche avuto cocenti delusioni come l’errore al pit stop di Felipe Massa, e l’incidente fra Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen in partenza.

Il Gp di Singapore alla Ferrari evoca ricordi dolci e amari. Nonostante a Marina Bay, tranne in alcune edizioni, la Rossa abbia avuto sempre un feeling speciale con questa pista, è stata competitiva, lottando spesso per pole e vittoria. Lo score della Rossa parla di sei pole e tre vittorie, ma ha avuto cocenti delusioni che le sono costate il titolo.

In tante occasioni la Scuderia di Maranello non è riuscita a trasformare le partenze dal palo in successi, per episodi sfortunati. In particolare nel 2008 nella prima gara, che si disputò sul nuovo tracciato di Marina Bay, famosa per il crash gare. Felipe Massa in qualifica si prese la partenza dal palo, rifilando sei e otto decimi al rivale Lewis Hamilton ed al compagno di squadra Kimi Raikkonen. In gara però avvenne il patatrac. Il brasiliano era saldamente in testa, quando il connazionale Piquet andò a muro, e causò l’ingresso della safety car.

Al pit stop qualcosa non funziona, e Massa riparte trascinando la pompa della benzina, colpendo un meccanico, e sarà costretto a fermarsi alla fine della pit lane. Dopo diversi minuti riesce a ripartire, ma ormai la corsa è compromessa e Hamilton con il terzo posto rafforza la leadership del mondiale, mentre ad imporsi è Alonso.

Stessa situazione nel 2017. Sebastian Vettel che sulla pista di Marina Bay si è sempre esaltato, dopo aver perso la leadership del mondiale a Monza, sembrava aver la possibilità di rispondere. Sabato di forza si prese la pole, mentre Hamilton ottenne solo il quinto tempo. Però proprio come nove anni prima, la corsa non va come sembrava essere scontato. Alla prima curva c’è un contatto fra Vettel, Raikkonen e Verstappen, che mise ko le due Ferrari e l’olandese, mentre Hamilton tagliando il traguardo per primo mise le mani sul titolo.

Per il capitolo momenti belli e vittorie della Ferrari nel Gp di Singapore, il primo a portare sul gradino più alto del podio, a Marina Bay la Rossa è stato Alonso nel 2010, battendo Vettel. Proprio del tedesco sono state le vittorie più emozionanti della Ferrari a Marina Bay. Nel 2015 Vettel dopo la vittoria a sorpresa in Malesia ad inizio stagione, s’impose sia in qualifica che in gara, Vettel e la Ferrari imposero una cocente sconfitta alla Mercedes, dando la sensazione di poter porre fine al loro dominio.

Non fu così, e proprio per quello la vittoria di quattro anni più tardi fu qualcosa di speciale. Vettel veniva da un 2019 difficile, nel quale aveva perso il ruolo di uomo di punta della Ferrari, a causa del nuovo compagno di squadra Leclerc, che due settimane prima aveva vinto a Monza. Anche Sabato le gerarchie non sembravano cambiare con Leclerc in pole, e Vettel terzo dietro ad Hamilton.

Invece in gara le cose andarono diversamente, al via Vettel rimane terzo, ma rientrando ai box prima di Leclerc lo supera, e gli resisterà fino alla bandiera a scacchi. Quella sarà non solo la sua ultima vittoria in Ferrari, ma anche in Formula 1, e forse conscio già di quello che sarebbe successo da lì a poco, sul podio si vide un Vettel commosso ed emozionato.

Lascia un commento

Formula 1 - Notizie F1, News Auto