Secondo quanto riportato da Autosport, la Ferrari non porterà aggiornamenti nel GP dell’Emilia Romagna per la presenza del nuovo format.

Terminato il terzo weekend della stagione 2022 di F1 in Australia, la F1 si prende una settimana di riposo prima dell’inizio del segmento europeo del mondiale, che prenderà il via con il GP dell’Emilia Romagna il 24 aprile. Il fine settimana di Imola rappresenterà un primo snodo importante del campionato: trattandosi del primo Gran Premio disputato nel vecchio continente, molte scuderie porteranno in pista aggiornamenti importanti. Il nuovo pacchetto più atteso sarà certamente quello della Red Bull, che per la tappa italiana ha programmato una serie di upgrade mirati a ridurre l’elevato peso della RB18, che al momento è costretta ad inseguire, a livello prestazionale, la Ferrari. E la Rossa? Nonostante la F1-75 sia praticamente invariata dal primo evento stagionale in Bahrein, la Scuderia di Maranello non sembra aver fretta. Come riportato da Autosport, infatti, anche per Imola non è pianificato alcun corposo pacchetto d’aggiornamenti, dato che la presenza del format della Sprint Qualifying ridurrà notevolmente il tempo utile a testare gli upgrade nelle prove libere.

Binotto Ferrari F1

E’ stato lo stesso Mattia Binotto a confermare ciò alla testata inglese, aggiungendo che l’obiettivo principale della squadra adesso è cercare di eliminare il porpoising: “Penso che nel fine settimana di Imola sarà difficile introdurre degli upgrade e cercare di comprendere il loro funzionamento durante le prove libere del venerdì. Questo perché bisogna concentrarsi, ovviamente, sulla sessione di Qualifiche che si terrà il venerdì pomeriggio. Per quanto ci riguarda, anche ad Imola non arriverà granché perché pensiamo che non sia il circuito e il momento giusto. Cercheremo però di limitare i problemi che abbiamo attualmente: sto parlando del porpoising e dei saltellamenti, i quali hanno influenzato le nostre performance in questo weekend. Stiamo lavorando proprio su questo problema. Tuttavia, se parliamo di aggiornamenti significativi bisognerà aspettare ancora del tempo”.

“Sono sicuramente sorpreso dalle nostre prestazioni.” – ha proseguito il Team Principal della Ferrari – “Credo che abbiamo lavorato molto duramente: il progetto 2022 rappresentava la nostra priorità e sapevo che la squadra fosse molto forte, tanto che è riuscita a progredire rispetto alle stagioni passate. Speravo che la vettura sarebbe stata competitiva ad inizio stagione, ma di sicuro non mi aspettavo risultati di questo calibro. Sarebbe ingiusto affermare il contrario. Allo stesso tempo, però, credo che il distacco dagli altri team possa essere davvero piccolo, e le ultime gare ne sono una prova. Di sicuro vedremo una lotta serrata. In questi primi appuntamenti del campionato la differenza l’ha fatta l’ottimo bilanciamento della vettura, che ci ha permesso di gestire bene le gomme grazie anche all’eccellente gestione dei piloti. Charles in particolare si è comportato davvero bene su quel fronte. Non penso che il carico aerodinamico abbia rappresentato un fattore particolarmente rilevante, perché i nostri competitor, come mostrano le velocità sul dritto, qui hanno montato un’ala più carica e simile alla nostra rispetto, per esempio, a quanto fatto a Gedda“.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: