FORMULA 1 – In Canada vince il super favorito di giornata, ma che fatica. Max Verstappen taglia il traguardo davanti a tutti, ma lo fa ad una distanza di 9 decimi da Carlos Sainz che negli ultimi 10 giri mette in pista tutto quello che poteva ma l’olandese perfetto non sbaglia nulla e adesso allunga sul mondiale.

Una gara tutto sommato tranquilla dove solo nelle retrovie si sono visti momenti misti a spettacolo, in particolare targati Charles Leclerc che, partito dal fondo per aver cambiato motore, si è reso protagonista di una rimonta per niente indifferente. Peccato per quel pit-stop al 42esimo giro un pò troppo lento che lo costringe ad accodarsi ad un gruppetto di 4 monoposto, superate poi solo dopo qualche giro. Errore del box che avrebbe potuto dare qualche chance al monegasco di giocarsi anche il podio. Ma nel complesso, per lui, un ottimo weeekend.

Ma in casa Ferrari si è fatto i conti nuovamente con la sfortuna. In particolare in occasione della Virtual Safety Car dopo che si è fermato Schumacher al 20esimo giro per un problema al motore, in cui Carlos ne approfitta per cambiare gomme, ma quando fuoriesce dai box trova la pista già libera e Max che ha già allungato. Ma lo spagnolo non demorde, trovando un’ottima occasione in un’altra Safety Car per l’incidente di Tsunoda al 49esimo giro. I due arrivano al traguardo a 9 decimi di distanza, con Sainz che comunica al muretto di aver dato tutto, conquistando però il punto bonus del giro veloce.

Ma questa Red Bull, questo Verstappen, è stato decisamente perfetto, degno di un campione del mondo.

Resiste agli attacchi dell’avversario e incrementa il vantaggio nel Mondiale. 26^ vittoria in Carriera per super Max (6^ quest’anno, 1^ nel GP di Canada: 18° circuito in cui vince). In classifica, nel frattempo, rimane secondo Perez nonostante il problema idraulico che lo ha costretto al ritiro.

Il problema della Ferrari è una velocità di punta che non le consente di fare la differenza in rettilineo (dove invece la Red Bull vola) e superare quindi con facilità.

Sul podio, dal Bahrain, ritorna anche Lewis Hamilton su una Mercedes che continua ad avere problemi di porpoising ma nonostante tutto è sempre lì, dietro ai top team. Di nuovo in top 5 George Russell che arriva quarto, è il nono risultato utile consecutivo per lui.

A punti non solo entrambe le due Alfa Romeo, con risultato soddisfacente soprattutto per Zhou, ma anche le due Alpine con Ocon e Alonso sempre in top 10.

Conclude la zona punti l’Aston Martin di Stroll. Che errori al pit-stop per la Mclaren entrambe fuori la zona punti.

Il Mondiale torna tra due settimane a Silverstone dove alcuni team potrebbero portare nuovi aggiornamenti.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: