Oggi proviamo a fare una previsione sulle prestazione della Ferrari nel prossimo Gran Premio che si terrà in Spagna nel Circuito di Catalogna, vicino Barcellona, cimentarsi in una previsione del genere è alquanto complicato, sia per la naturale imprevedibilità di

accadimenti futuri, sia perché il fattore umano è determinante in qualsiasi cosa è inerente l’attività, appunto, umana; i risultati di questa analisi possono essere modificati e/o stravolti da altri fattori puramente tecnici, tutte le squadre porteranno degli sviluppi e questi potrebbero ‘regalare’ delle prestazioni dalla maggiore o minore efficienza, quello che si sta cercando di ‘misurare’ è l’evoluzione di tali sviluppi che avvengono in progressione durante l’arco della stagione; per arrivare a fare tutto ciò abbiamo tenuto conto di alcuni fattori e ne abbiamo esclusi altri; c’è subito da dire che abbiamo messo da parte le prestazioni dell’Australia e della Malesia, e questo per motivi abbastanza semplici, qualifiche con tempo non stabile o con pioggia, safety-car che inevitabilmente falsano i distacchi in gara e vetture ancora ‘acerbe’; anche se in Cina le qualifiche si sono disputate con leggera pioggia la gara è stata asciutta e può essere un buon termine di paragone con il Bahrain; di seguito elenchiamo i parametri presi in considerazione:

EVOLUZIONE DEI TEMPI GV (giro veloce in gara)

EVOLUZIONE DEI TEMPI FP1

ASSEGNAZIONE AD OGNI GP DI UN VALORE ‘x’ determinato dalla propensione alla maggiore efficienza della Ferrari in rapporto alla tipologia del Circuito (es. la Rossa si comporta meglio in circuiti guidati e con meno rettilinei, quindi alla pista Spagnola è stato dato un valore maggiore del Bahrain)

SOMMATORIA DELLE CURVE DI EVOLUZIONE DELLA VETTURA (velocità max, GV, FP1 e DISTACCO DALLA 1° DELLE MERCEDES al 25° giro)

RESA DEGLI PNEUMATICI (la Ferrari sembra non andare benissimo con le soft, almeno in confronto alla Mercedes)

Per semplificare pubblichiamo alcuni dei grafici che abbiamo utilizzato per questa previsione, qui in basso le prestazioni della Ferrari nei primi GP

GP_Spagna_previsione1

Come si può notare l’andamento in discesa (quindi in avvicinamento alla Mercedes che è il punto di riferimento) del Bahrain e della Cina, sia del FP1 sia del Giro Veloce hanno un’inclinazione molto simile, in questo caso si può parlare di una netta crescita in termini prestazionali, dovuti a degli affinamenti della Power Unit e a piccole soluzioni aerodinamiche (il dado forato, ad esempio, forse oltre che migliorare i flussi potrebbe essere utile a scaldare le gomme deviando l’aria calda dalle pinze freni all’esterno della ruota); altro valore da esaminare è che in prova negli ultimi 2 GP la distanza dai Tedeschi è ancora molta e il distacco è abbastanza simile; la nota migliore per la Ferrari in questo grafico è la netta inversione di tendenza tra il GV Bahrain e le FP1 della Cina, un picco che è arrivato addirittura sotto al livello delle Frecce d’Argento, unico caso in questa stagione. Uno degli altri valori presi in considerazione è il distacco al 25° giro degli ultimi 2 GP

GP_Spagna_previsione2

Anche qui abbiamo dei dati che confermano il netto avvicinamento della Scuderia di Maranello ai Tedeschi della Mercedes, quello che risalta è che tale avvicinamento è molto alto in termini prestazionali, quindi non solo una pista più adatta alla Rossa ma una netta inversione di tendenza che fa ben sperare per le prossime gare.

Ma andiamo a vedere le nostre previsioni:

GP_Spagna_previsione3

Quello che prevediamo è che la Mercedes sarà ancora avanti ovviamente, con ancora una netta superiorità nelle Qualifiche calcolate in 5-6 decimi, mentre in gara la Ferrari dovrebbe avvicinarsi ed essere intorno a 1 decimo, valore medio che potrebbe subire delle variazioni a seconda delle mescole usate e della lunghezza degli stint.

Ora parliamo del fattore umano, importantissimo come sempre, Alonso corre il GP di casa, sarà motivatissimo su di un circuito che sarà tutto Rosso, Raikkonen forse terminerà il suo calvario e avrà tanta voglia di riscatto e la Ferrari potrebbe presentarsi veramente in grande spolvero, vedremo se anche i rivali Teutonici sapranno dare un picco alle loro evoluzioni, ma la Mercedes sembra, apparentemente, una vettura già sviluppata come fosse all’ultimo GP (come già abbiamo scritto in un altro articolo), aspettiamo anche di vedere come si comporteranno tutte le Scuderie in un GP che rappresenta sempre un punto cruciale della stagione per verificare con attenzione le potenzialità di ogni vettura.

Quello che abbiamo cercato di prevedere è complesso e per certi versi anche ‘temerario’ e non vogliamo assolutamente illudere i tanti tifosi della Ferrari, ci sembrava però logico e giusto a questo punto del Campionato cercare di capire a che punto sarà la Rossa nel primo degli appuntamenti Europei…

Marco Asfalto   

Twitter : @marcoasfalto

Seguici su Facebook Clicca su Mipiace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: