Carlos Sainz non è pienamente soddisfatto della sua qualifica al Gran Premio di Austin nonostante il quinto posto.

Lo spagnolo, infatti, partirà alle spalle del suo compagno di scuderia Leclerc ma sarà l’unico dei “big” a scattare con le gomme soft a discapito delle medie degli altri.

Nelle interviste post qualifiche infatti, il pilota ammette chiaramente che potrebbe rappresentare una strategia penalizzante:

“All’inizio, in Q1, ho avuto un bel feeling e sono riuscito a ottenere un buon tempo utilizzando un solo set di gomme – ha detto Sainz -. In Q2 poi la pista è peggiorata e sono stato l’unico a scendere in pista con la gomma soft, ma non sono passato con la gomma media, che era il nostro obiettivo.

Devo analizzare perché. Poi ho fatto un buon giro in Q3, Charles ha fatto un giro capolavoro e siamo entrambi davanti alla McLaren, ma per me sarà difficile con la mescola soft perché non posso andare lungo e qui la gara dura tanto. Con un primo stint corto partiamo certamente con il piede sbagliato”.

Analisi dettagliata

La preoccupazione del pilota della Ferrari nasce dalla base poiché il circuito di Austin mette davvero tanto sotto sforzo le gomme, per cui sarà veramente importante scegliere la strategia giusta.

“Ci sarà degrado delle gomme, per noi un punto debole – ha ammesso poi – dovremo inventarci qualcosa e capire cosa è successo nel Q2. Ho visto che anche gli altri hanno faticato: il mio obiettivo resta quello di partire bene e stare davanti alle McLaren: abbiamo due macchine per difenderci”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: