F1 Ferrari – Ecco le video interviste dopo il lancio della Ferrari SF90

Ecco le parole di Binotto e dei piloti Ferrari sulla SF90

Il nuovo team principal carica la squadra e Vettel e Leclerc sono estasiati dalla nuova monoposto

Nella giornata di ieri, la Ferrari ha tolto i veli alla sua nuova creatura. La SF90 è una chiara evoluzione della sua progenitrice, ma ogni elemento è stato migliorato e portato al limite. La power unit è totalmente nuova e la monoposto appare bella e filante, con una livrea rinnovata dal rosso opaco con inserti neri. Sarà la prima volta di Mattia Binotto come team principal e di Charles Leclerc come pilota in rosso, mentre per Sebastian Vettel si tratta della quinta stagione al Cavallino.

Il monegasco è rimasto positivamente impressionato dal nuovo modello, dichiarandosi felicissimo per la sua nuova esperienza: “Sono incredibilmente emozionato di partire con questa nuova avventura, ho sempre sperato di salire su una di queste auto. Sono cresciuto nella Ferrari Driver Academy che mi ha aiutato enormemente a migliorare come pilota. Per me è una grande opportunità avere come compagno un campione come Vettel. Credo sarà una stagione importante, la chiave è lavorare assieme, credo ce la faremo. La Ferrari è un sogno che si è avverato, ma questo è solo l’inizio dell’avventura. C’è ancora tanto lavoro e tanto da imparare, ho Seb (Vettel, ndr) vicino a me per aiutarmi: è un grande campione e posso imparare tanto da lui”, ha proseguito Leclerc nella conferenza stampa. “Ora non vedo solo l’ora di andare in macchina e provarla in pista. La Rossa mi ha sempre affascinato, questa è una giornata speciale e il colore mi piace molto. Sulla pista, poi, con i raggi del sole sarà ancora meglio. Ho sempre avuto un rapporto speciale con l’Italia, essendo qui da quando correvo con i kart, e fin da bambino cercavo sempre la macchina rossa”.

A fargli eco, lo stesso Vettel che è forse all’ultima occasione per cancellare gli errori ed i titoli persi nelle ultime due stagioni, pena un possibile divorzio con la Ferrari: “Non ho la tuta e non posso mettermi nell’abitacolo. Ma non vedo l’ora di salire sull’auto e partire, ogni volta è un’emozione incredibile. Come squadra siamo sulla strada giusta, speriamo di continuare a migliorare. Voglio vincere il Mondiale. Questa è la mia missione e il motivo per cui sono qui. Durante le vacanze ho cercato di ricaricare le batterie, a casa sono stato tranquillo ma le ultime settimane sono diventate sempre più intense. Oggi è stato il culmine con la presentazione della monoposto, solo ieri abbiamo visto la macchina completa per la prima volta. E’ emozionante e non vedo l’ora di essere in pista”.

Mattia Binotto debutterà come team principal in questa stagione, sostituendo Maurizio Arrivabene. L’ingegnere di Losanna continuerà a ricoprire anche il ruolo di direttore tecnico, dunque doppio impegno per Binotto: “Si tratta di un’evoluzione del modello precedente ma abbiamo spinto per migliorare ogni dettaglio. Nessun pezzo è uguale a quello dello scorso anno. La nuova aerodinamica, imposta dal regolamento tecnico, renderà le monoposto meno guidabili sul fronte aerodinamico, ovvero più sensibili al variare delle condizioni: l’altezza da terra, il vento laterale, o altro. Credo che chi avrà fatto il miglior lavoro in questo senso, ovvero rendere la vettura il più possibile consistente e prevedibile per il pilota, avrà raggiunto un buon traguardo. Credo che i nostri avversari principali resteranno Mercedes e Red Bull, e sono due monoposto molto belle, si deduce tanto impegno dietro le loro vetture, e sono due macchine molto belle. Ma non credo che il nostro impegno sia stato da meno, siamo pronti al confronto in pista”.