La candidatura della famiglia Andretti all’ingresso in F1 si è fatta molto più valida dopo l’annuncio dell’alleanza con Cadillac.

Appena quattro giorni fa, la FIA aveva annunciato di aver avviato il procedimento di analisi della validità delle nuove entità intenzionate ad entrare in F1, con l’obiettivo di ampliare la griglia nel prossimo futuro. La notizia aveva destato una certa attenzione, ma nessuno poteva prevedere che nel pomeriggio di ieri sarebbe uscita allo scoperto la prima scuderia candidata. E che candidatura: Andretti e Cadillac hanno infatti comunicato che uniranno le forze per tentare l’ingresso nella categoria regina. La casa automobilistica statunitense, parte del portfolio del colosso General Motors, rappresenta una novità davvero inattesa in ottica F1 e la sua presenza, sebbene solo come partner e non come costruttore, non fa che rinforzare la posizione del team americano, che più di un anno fa si espose pubblicamente in ottica 2024.

Questo il comunicato della scuderia statunitense: “Andretti Global e General Motors, due giganti nel settore dell’automotive e del motorsport, annunciano oggi la loro intenzione di inseguire l’opportunità di competere nel Campionato Mondiale di F1. General Motors verrebbe rappresentato dal marchio Cadillac. La sede della scuderia Andretti Cadillac si troverà negli Stati Uniti, con una struttura di supporto nel Regno Unito. Questo accordo riunisce due iconiche aziende americane dalla ricca storia nel motorsport. Inoltre, fornisce l’opportunità di costruire sui traguardi raggiunti in passato e, contemporaneamente, di espandere la visibilità internazionale dei marchi. La F1 è protagonista di una costante crescita globale e negli Stati Uniti, dove nel 2023 si correrà a Miami, Las Vegas ed Austin. Andretti Cadillac sta pianificando di presentare una ‘Manifestazione d’Interesse‘ alla FIA quando il procedimento sarà formalmente aperto. Se sarà scelta, la squadra cercherà di scendere in pista il prima possibile con alla guida almeno un pilota americano”.

Queste le parole di Michael Andretti, figlio di Mario, campione del mondo di F1 nel 1978, e architetto del progetto: “Andretti Global e la sua famiglia continuano a crescere. La nostra attenzione è sempre rivolta allo step successivo. Credo che abbiamo le carte in regola per debuttare in F1, che possiamo portare valore al campionato e ai nostri partner e che possiamo entusiasmare gli appassionati. Sono fiero che General Motors e Cadillac ci affianchino nel tentativo di raggiungere questo obiettivo. Condividiamo una storia di amore per le corse: adesso abbiamo l’opportunità di combinare la nostra passione e il nostro impegno verso l’innovazione, con lo scopo di costruire una realtà americana in F1. Seguiremo le procedure richieste dalla FIA durante la fase di valutazione. Nel frattempo, continuiamo a prepararci con ottimismo alla sfida per essere pronti qualora venissimo selezionati per competere in F1″.

“General Motors…” – ha invece dichiarato Mark Reuss, Presidente del colosso di Detroit – “…è onorata di affiancare Andretti in questo momento storico per il mondo delle corse. Abbiamo una lunga e ricca storia nel mondo del motorsport e dell’ingegneria, e ci esalta la prospettiva di formare insieme ad Andretti una scuderia americana di F1 che contribuisca ad incrementare l’interesse nel campionato e nello sport a livello globale. L’appeal globale sia di Cadillac sia della F1 è in crescita. Il nostro marchio ha una storia ultra centenaria nel mondo del motorsport, e saremmo fieri di avere l’opportunità di portare le nostre conoscenze tipicamente statunitensi in F1″.

Foto copertina: https://www.andrettiautosport.com/news/andretti-global-and-general-motors-team-up-in-f1-pursuit

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: