Così Lewis Hamilton ha ribattuto alle dichiarazioni rilasciate da Nico Rosberg sul suo videoblog alla vigilia dell’ultimo GP di Formula 1 in Ungheria.

Con l’ennesima frecciatina nei confronti del suo ex-compagno in Mercedes, Max Verstappen viene definito come il miglior pilota del Circus e che lui sarà il vero campione dei prossimi anni a venire, provando ad offuscare il primato mondiale di Hamilton.

Hamilton ormai ha 34 anni, ha lasciato alle spalle il suo periodo migliore tra i 30 ed i 32 anni, ed è solo l’esperienza che lo aiuta a colmare il naturale declino fisiologico.

Si dice che la forza di un “protagonista” è merito anche della forza dei suoi “antagonisti”.

Chissà se dichiarazioni del genere non abbiano caricato ancora di più Hamilton nel capolavoro dell’ultimo GP.

Ricordiamo che Lewis Hamilton in Ungheria poteva tranquillamente accontentarsi del secondo posto e consolidare il distacco abissale tra lui e gli inseguitori.

Invece alla fine della tappa magiara, dopo una gara perfetta, all’insegna della forza e della tenacia agonistica, l’inglese si trova a +62 sul compagno di squadra Bottas, e +69 su Max Verstappen.

Il numero 44 della Mercedes, dopo aver trionfato all’Hungaroring ha risposto alla provocazione:

Non mi interessa se Rosberg abbia ragione o torto. Guardate i miei risultati nel corso degli anni, parlano da soli. È normale che ci sia qualcuno che non ha avuto lo stesso mio successo e che voglia sminuirmi. Seguo la filosofia del non prendere le accuse a livello personale, perché quando qualcuno dice qualcosa contro di te, in realtà non si rivolge direttamente a te, ma è lo specchio di come si sente lui interiormente. Ho 34 anni, ma mi sembra evidente che non sono più lento di prima. Anzi, sto guidando meglio che mai. Sono felicissimo di me stesso, della mia carriera, di come sto guidando in questo momento: ho sempre voluto andare così forte, e sto ottenendo grandi risultati personali e di squadra.

Penso di poter correre per almeno altri cinque anni in F1. Certo, un giorno dovrò smettere, ma al momento mi sento straordinariamente bene a livello fisico e mentale. Non ho voglia di ritirarmi nel breve periodo. Ho ancora molto da fare, molto da vincere, sia nello sport che al di fuori.

I fuochi d’artificio tra i due ex-compagni di squadra stanno continuando anche fuori dalla pista, nonostante Nico Rosberg si sia ritirato alla fine del 2016.

Staremo a vedere quale sarà la risposta (se ci sarà) di Rosberg.

di Federico Caruso

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: