La scorsa settimana Tesla ha lanciato il nuovissimo Cybertruck. Nella notte Elon Musk è stato fotografato a bordo della sua creatura a Malibù.

Il classico pick-up all’americana con un twist decisamente interessante. La Tesla Cybertruck ha, infatti, subito il processo di “teslaizzazione” ovvero full-electric con un accelerazione da paura. Già solo il modello base che partendo da 39’000$ registra uno 0 -100 sotto i 6,5 secondi. Semplicemente prestazioni assurde, assurde come la sua linea di design, più simile ad una fetta di parmigiano o un tetto spiovente piuttosto che un pick-up.

Tesla CybertruckSe l’idea era di colpire ci sono decisamente riusciti, specie giudicando dalla quantità di meme realizzati dopo neanche 10 minuti dall’unveil. Come se non bastasse, anche la scelta di offrirlo con una colorazione alla De Lorean di certo porta la mente a pensare che venga dal futuro. Purtroppo però così come tutti i design finti dei film di fantascienza degli anni 80/90, anche la linea della Tesla Cybertruck vuole gridare “sono avanti di 20 anni”, purtroppo però il design avveniristico e radicale contrariamente a quello che troviamo anche nei concept delle supercar è decisamente più azzeccato lì perché frutto di scelte aerodinamiche e di efficienza piuttosto che solo di fantasia. Per questo il Cybertruck, semplicemente con un design di rottura più che di efficienza e ragione ingegneristica, “sembra strano”. L’obiettivo era stupire e il pick-up della Tesla è diventato subito un vero e proprio fenomeno social. Vedere anche la reazione della Lego, colosso danese dei mattoncini.

Qualcuno ricordi ai designer di Elon Musk che specie sui veicoli utilitari il tetto è piatto per poterci caricare oggetti e attrezzi. L’imprenditore sudafricano trova, però, sempre il modo di far parlare di sé e poco conta se i vetri della Tesla Cybertruck sono andati in frantumi alla prima prova di indistruttibilità, Musk ha tenuto alto l’hype, facendosi paparazzare stanotte a Malibù a bordo del suo pick-up spaziale.

La Tesla ha già più di 200’000 ordini e devo dire che un po’ piace anche a me. Vedremo se arriverà anche da noi, certamente a prezzi decisamente differenti da quelli americani, ma bisogna tenere conto che sarà un mezzo di oltre i 5,5 metri di lunghezza, a dir poco difficile da manovrare nei nostri spazi.

Per chi vorrà inoltre staccare qualunque altra auto al semaforo ci sarà anche una versione tri-motore che promette uno 0-100 sotto i 3 secondi. Magia Tesla.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: