F1- Mercedes ritiene che un deficit nella galleria del vento della Red Bull di oltre il 25% nel 2023 potrebbe rivelarsi fondamentale per avvicinarsi ai campioni del mondo di Formula 1.


La Mercedes AMG F1 ha chiuso il campionato del mondo Formula 1 con 244 punti di differenza rispetto alla vincitrice Red Bull. Dopo 8 anni il team di Brackley non è al vertice del campionato costruttori e, dopo pochi giorni dall’ultimo GP del calendario 2022, è già pronto al riscatto.

Nella Formula 1 moderna è sempre più fondamentale l’utilizzo della galleria del vento a causa dei pochissimi test a disposizione dei vari team della massima serie motoristica. La Mercedes, terza forza del 2022, avrà a disposizione singole sessioni di simulazioni (run) extra rispetto al team austriaco. Secondo il regolamento sportivo la Red Bull, in qualità di campione del mondo, avrà a disposizione per i test aerodinamici il 70% della galleria del vento (224 run), mentre per la Ferrari il 75% (240 run) e per le frecce d’argento l’80% (256 run). Ma a causa dello sforamento del budget cap la Red Bull, oltre ad una multa di 7 milioni di dollari, avrà un ulteriore riduzione del 10 % del tempo in galleria del vento.
Con la sanzione della FIA gli uomini di Milton Keynes potranno quindi usufruire del 63% della galleria del vento, ovvero 202 singole sessioni di simulazioni. La Mercedes godrà di circa il 27% in più.

F1 Mercedes Wolff
F1 Mercedes Wolff



Secondo un’intervista riportata da autosport.com il team principal Toto Wolff ritiene che questo aspetto possa aiutare il proprio team a risalire la china: “Penso che la penalità di circa il 25% in meno di galleria del vento da parte della Red Bull può avere un effetto. Le restrizioni ATR stabilite dai regolamenti possono favorire le squadre più indietro che possono così fare un grande salto rispetto ai primi. Questo è anche il motivo per cui in futuro vedremo campionati molto più ravvicinati perché se sei ultimo avrai il 40% in più. Quindi, chiaramente questo è un vantaggio che va sfruttato”.

La Mercedes ha visto una prima parte della stagione 2022 molto difficile. Ha dovuto bloccare lo sviluppo per concentrarsi sui problemi emersi della W13. Ma una volta superati i problemi fondamentali, e forse anche grazie all’introduzione della TD039, è stata in grado di apportare rapidi miglioramenti ed è riuscita a dominare il weekend del Gran Premio del Brasile, con la vittoria di George Russell nella sprint del sabato e nel Gran Premio della domenica.

Alla domanda se l’ottimo stato di forma di fine stagione avesse lasciato la Mercedes fiduciosa e che sarebbe tornata nella lotta per i primi il prossimo anno, Wolff ha detto: “Non sono mai fiducioso. Sono un tipo da bicchiere mezzo vuoto e non credo mai che il lavoro che stiamo facendo sia abbastanza buono. Non sono affatto sicuro che potremo tornare a competere per il vertice dei campionati, perché occorre riconoscere che la competizione è forte. Ma faremo tutto ciò che è in nostro potere per fissare i nostri obiettivi in ​​alto e cercare di raggiungerli”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: