F1 – La Ferrari al termine della stagione 2022 si è, purtroppo o per fortuna dipende dai l’unti di vista e dalle aspettative personali, classificata al secondo posto in entrambe le classifiche. Certo e che per un nome così importante come quello che Maranello porta avanti da decenni e a fronte di tutti gli investimenti fatti dal cavallino rampante la seconda posizione non è più, e forse non è mai stata, sufficiente.

Recentemente si e speculato molto sulla possibile uscita di scena di Binotto, in parte per gli errori della stagione in corso e in parte per poter mettere al vertice della scuderia qualcuno che sia in migliori rapporti con Leclerc, la stella della rossa su cui tutti puntano per riportare a casa il titolo mondiale.

L’AD di Ferrari, Benedetto Vigna, ha detto a tal proposito:

“L’ho detto, non sono soddisfatto del secondo posto perché il secondo è il primo dei perdenti. Abbiamo fatto dei progressi. Sono felice dei progressi che abbiamo fatto. Non sono contento del secondo posto. Penso che la squadra abbia le carte in regola per migliorare nel tempo”

Il focus e dunque il campionato del 2023, come lo stesso Elkann aveva detto qualche giorno addietro, ma per puntare a vincere bisogna cambiare il metodo di approccio e non sono più ammissibili tutti gli errori visti in questo 2022, per vincere in formula 1 bisogna essere perfetti, specialmente se si gareggia contro degli avversarsi del calibro di Red Bull.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: