Il monegasco si è detto sopreso da quanto avvenuto nel Q3, ma il suo obiettivo resta la vittoria attaccando al via. Seb è l’unico tra i primi a scattare con la mescola rossa.

Il Gran Premio di Abu Dhabi scatterà tra poche ore sul tracciato di Yas Marina andando a chiudere una stagione difficile in casa Ferrari. Mattia Binotto aveva dichiarato ad inizio settimana di voler terminare la stagione con un risultato da ricordare, ma le il week-end in corso sta raccontando tutt’altro. Le SF90 sono molto lente nell’ultimo settore a causa di una cronica mancanza di carico che porta la monoposto a scivolare nelle curve finali, cosa che potrebbe influire anche sul passo gara. A tutto ciò si è aggiunta la follia del Q3 che ha impedito a Charles Leclerc di poter affrontare l’ultimo tentativo, con cui era possibile attaccare la Red Bull targata Honda di Max Verstappen. Il #16 avrà occasione di scattare terzo ed al via si giocherà molte possibilità.

Il monegasco ha chiuso a soli 80 millesimi dall’olandese nonostante non avesse affrontato il giro finale, dunque le possibilità per scattare in prima fila ( vista la penalità a Valtteri Bottas che aveva segnato il secondo tempo) erano elevate. Charles si è detto comunque ottimista in vista della gara nonostante il clamoroso sbaglio della squadra: ”Non so cosa sia successo ed è un peccato perchè potevamo chiudere al terzo posto, ma è positivo il fatto che partirò con la gomma media perchè mi trovo molto a mio agio con quella mescola. Credo che la vittoria sia assolutamente possibile perchè darò tutto me stesso alla partenza. Ho l’obiettivo del terzo posto in campionato e per ottenerlo posso solo arrivare davanti a tutti. Con un buon via tutto può succedere ed ho avuto anche un buon passo con le dure”.

Sebastian Vettel completa la seconda fila tutta rossa con un gap di circa un decimo dal compagno di squadra. Il tedesco è stato in grande difficoltà per tutto il week-end a cominciare dal venerdì mattina, quando è andato a sbattere in uscita della Curva 19. Nel corso delle qualifiche, Seb si è reso protagonista di un ulteriore testacoda nel Q1 dal quale è riuscito a ripartire, ma è l’unico dei top che dovrà scattare con la mescola Soft. Questo potrebbe permettergli di essere molto aggressivo nelle prime fasi e di scattare con più grip rispetto agli avversari, ma inevitabilmente dovrà anticipare la sosta per montare le dure.

Le simulazioni di gara del venerdì parlavano di una Mercedes quasi irraggiungibile specialmente con sua maestà Lewis Hamilton, il quale ieri è tornato in pole dopo oltre quattro mesi di astinenza. La variabile impazzita sarà Verstappen, anche se la Red Bull ha palesato maggiori difficoltà rispetto alle gare nella gestione delle gomme.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: