Lewis torna in pole position dopo quattro mesi e batte Bottas che cederà la prima fila a Verstappen. Leclerc prende bandiera dopo un incredibile errore del muretto e scatterà terzo davanti a Vettel.

Termina l’ultima qualifica stagionale sul tracciato di Yas Marina. Lewis Hamilton è tornato in pole position, cosa che gli mancava dalla Germania. Il Gran Premio di Abu Dhabi vedrà dunque partire davanti a tutti per la quinta volta il campione del mondo, autore del miglior tempo in 1’34”779 che gli permette anche di ottenere il nuovo record della pista. Secondo sul campo Valtteri Bottas, attardato di meno di due decimi. Il finlandese dovrà però scattare dal fondo a causa della doppia sostituzione della power unit. In prima fila avanza quindi Max Verstappen con la Red Bull targata Honda, che in 1’35”139 era comunque riuscito a precedere le due Ferrari.

Parlando del Cavallino bisogna affrontare nuovamente l’argomento strategie con l’ennesimo errore compiuto dal muretto. Le due vetture di Maranello sono scese in pista per ultime nel Q3 e Charles Leclerc ha preso bandiera senza riuscire ad iniziare l’ultimo giro lanciato. Il monegasco chiude al quarto posto e scatterà terzo dopo aver girato in 1’35”219 ben lontano dalla pole position. Dal punto di vista prestazionale la rossa è stata la più veloce nei primi due settori, salvo poi perdere oltre mezzo secondo dalle Mercedes nel finale. Quinto Sebastian Vettel che viene battuto dal compagno di squadra nonostante avesse potuto affrontare un giro in più. Sesto Alexander Albon che accusa quasi un secondo di gap dalla vetta.

Bravissimo Lando Norris che ha condotto la McLaren in settima posizione in 1’36”436. Dopo un venerdì difficile il team di Woking è emerso quando contava e Carlos Sainz è giunto in nona posizione completando un sabato molto positivo. Tra i due si infila Daniel Ricciardo con la Renault che batte Nico Hulkenberg. Il tedesco ha ottenuto il decimo tempo nell’ultima qualifica della sua carriera in Formula 1.

Nel Q2 Mercedes e Red Bull vanno in pista con gomma media contro le Soft delle Ferrari. Hamilton piazza subito un tempo incredibile precedendo Leclerc e Vettel nonostante la differenza di mescola. Charles decide di montare le gialle proprio all’ultimo tentativo ed incredibilmente si prende la prima posizione. Cosa più importante, domani potrà partire con questo compound. Seb dovrà invece prendere il via con le più morbide. Per quanto riguarda gli eliminati si registra l’esclusione a sorpresa delle due Toro RossoHonda, con Pierre Gasly undicesimo e Daniil Kvyat tredicesimo. Tra i due si piazza la Racing Point di Sergio Perez. Quattordicesimo Lance Stroll davanti alla Haas di Kevin Magnussen.

Il Q1 vede subito un grande rischio per la Ferrari di Vettel che si gira all’uscita dell’ultima curva proprio prima di iniziare la sua tornata. Fortunatamente il tedesco riparte e si qualifica per il turno successivo. Il primo degli eliminati è Romain Grosjean, protagonista di un incomprensione nella pit lane con Kvyat che probabilmente verrà penalizzato per unsafe release. Deludono le Alfa Romeo Racing, entrambe escluse con Antonio Giovinazzi diciassettesimo davanti a Kimi Raikkonen. Chiudono le due Williams di George Russell e Robert Kubica. Il polacco termina la sua ultima qualifica in ultima posizione. Alle 14:10 di domani ora italiana la partenza della gara.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: