Il Team Principal della Mercedes Toto Wolff ha dichiarato che la squadra ha dovuto modificare pesantemente la W12 per non rischiare rotture.

La sorprendente Pole Position di Max Verstappen in vista del GP degli Stati Uniti ha lanciato un grande segnale in ottica mondiale: la Red Bull è ancora molto competitiva, e adesso sembra poter contare anche su un Sergio Pérez in grande forma, come certifica il terzo posto di ieri. La Mercedes, favorita dopo le libere del venerdì di Austin, ha invece faticato al sabato, mostrando i problemi di instabilità al posteriore che l’hanno limitata sin da inizio stagione. Nonostante ciò, Lewis Hamilton è riuscito a piazzarsi in prima fila con un giro sensazionale, che tuttavia non spazza via le evidenti e inaspettate difficoltà della scuderia di Brackley (quarta e molto distante da Verstappen con Bottas). Nella sua analisi delle qualifiche, Toto Wolff ha spiegato quale potrebbe essere una delle cause dei problemi della Stella: gli avvallamenti del Circuit of the Americas, che hanno obbligato la Mercedes a modificare l’assetto delle W12 per evitare devastanti problemi meccanici.

hamilton austin 2021

“La macchina toccava tantissimo e pesantemente con il fondo.” – ha detto l’austriaco, citato da Autosport “Perciò abbiamo dovuto trovare dei compromessi per evitare rotture o che la vettura venisse massacrata così tanto da portarci al ritiro. Sicuramente abbiamo compromesso le nostre performance in pista, ma forse è qualcosa di necessario per riuscire a concludere la gara. Dal venerdì alle qualifiche abbiamo chiaramente perso qualcosa in termini di prestazioni, ma non ne conosciamo ancora la causa. Non abbiamo ancora trovato una spiegazione corretta, ma è evidente che non abbiamo rispettato le nostre aspettative”.

Wolff rimane comunque speranzoso in ottica gara: “Se valutiamo la prestazione pura, entrambe le Red Bull sembrano molto forti e, sulla carta, è probabile che siano davanti a noi. Però la domenica abbiamo visto molte volte che gli scenari sono cambiati completamente a causa della partenza, dei ritiri etc. Fortunatamente il risultato della qualifica non corrisponde a quello della gara, e per domani possiamo comunque recuperare terreno. Speriamo anche di riportare Valtteri nelle zone nobili della classifica”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: