Alla vigilia del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 la Mercedes sembrava essere la favorita per eccellenza, tutti si aspettavano che Lewis Hamilton avrebbe fatto mangiare la polvere a Max Verstappen, la verità è stata per la scuderia delle frecce nere molto sconcertante: Lewis Hamilton ha, come solo lui sa fare, dato un colpo di reni nell’ultimo tentativo del Q3 con un giro a dir poco spaziale e perfetto, ma Max Verstappen ha saputo fare altrettanto rifilando ben 2 decimi al suo diretto rivale al titolo e costringendolo ad accontentarsi della seconda posizione da cui il britannico scatterà questa sera (21 ora italiana). Lo stesso Hamilton si è poi scusato in radio per la posizione raggiunta al termine delle qualifiche e nemmeno lui è riuscito a spiegarsi la difficoltà a cui le Mercedes sono andate incontro:

“Surriscaldiamo troppo le gomme, ma è così per tuttinon so perché quest’anno fatichiamo così su questa pista” ha analizzato il sette volte campione del mondo, mentre sul fatto che sarà una gara estenuante nessuno ha dubbi: nemmeno la Ferrari con Mekies che ha dichiarato:

“Sapevamo che le caratteristiche di questo circuito non erano sulla carta le migliori per il nostro pacchetto, soprattutto rispetto ai nostri principali rivali. In più  non era facile trovare le regolazioni ottimali su un asfalto che presenta molte sconnessioni, soprattutto perché i piloti hanno bisogno di “sentire” la fiducia nella vettura per poter dare il massimo. Abbiamo lavorato molto tutti insieme su questo aspetto sia ieri che oggi, provando diverse soluzioni e, alla fine, credo che abbiamo messo sia Charles che Carlos nella condizione di tirare fuori il massimo dalla SF21 e loro hanno risposto alla grande lungo tutti i sessanta minuti di questa qualifica”.

Mekies ha poi concluso: “Si preannuncia una corsa durissima, per i piloti e per le vetture. Ci aspettiamo temperature molto elevate, che influiranno sulla gestione degli pneumatici su un asfalto già di per sé molto abrasivo. Fondamentale sarà il lavoro di preparazione della strategia e della sua esecuzione. Come sempre, ce la metteremo tutta, anche per dare una gioia ai tanti tifosi della Ferrari che sono qui ad Austin”.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: