Hamilton Imola – Il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna 2021 rimarrà a lungo impresso a moltissimi tifosi di Formula 1. La gara disputata sul circuito di Imola è stata ricca di colpi di scena.


Per la prima posizione si è deciso tutto in pochi metri: Max Verstappen ha compiuto una partenza perfetta, si è preso il comando e ha mantenuto la testa fino alla bandiera a scacchi, ma dietro al pilota della Red Bull è successo di tutto. Mentre la pista si asciugava ci sono stati sorpassi e controsorpassi, fuori pista, safety car , testacoda…insomma nemmeno il più abile regista poteva inventarsi un Gran Premio come quello di ieri

Fin dal venerdì abbiamo visto molti errori da parte dei piloti; tutti hanno confermato la bellezza delle curve del Santerno ma anche la loro difficoltà. L’asfalto umido provocato dalla pioggia prima della partenza della gara ha reso ancora più arduo il compito dei piloti. Ma quando a commettere l’errore è un 7 volte campione del mondo… tutto si amplifica e diventa: clamoroso! Al 31° giro Lewis si prepara per eseguire un doppiaggio ma va fuori traiettoria sull’umido e va dritto alla Tosa toccando le barriere con l’ala anteriore.

L’inglese prova qualche manovra per evitare di bloccarsi sulla ghiaia ma l’angolo della vettura non glielo consente e, con grande esperienza, decide di ripartire in retromarcia fino al rientro in pista proprio mentre sopraggiungevano altri piloti. La manovra non è stata ritenuta pericolosa dai commissari. Il campione del mondo in carica riparte e grazie alla bandiera rossa arrivata dopo lo scontro tra Russel e Bottas si vede praticamente cancellato tutto lo svantaggio accumulato per l’uscita di pista. Alla ripartenza sfrutta tutto il potenziale della sua Mercedes con giri veloci e sorpassi precisi che lo portano a riprendersi la seconda posizione dietro Max.

Lewis Hamilton riesce a sfruttare a suo vantaggio tutte le situazioni, a volte anche con manovre ai limiti del regolamento, come oggi.


Il primo episodio risale addirittura alla stagione del debutto del fuoriclasse (2007) durante il Gran Premio d’Europa sul circuito del Nürburgring. Con l’arrivo di un acquazzone curva 1 divenne molto insidiosa e molti piloti uscirono di pista come lo stesso Lewis che rimase sull’abitacolo con il motore acceso mentre la gru lo spostava su una parte asciutta del tracciato. Appena gli addetti liberarono la macchina lui riprese la gara concludendo nono.



Tornando alla storia recente fece molto discutere la manovra in ingresso ai box durante il Gran Premio di Germania del 2018. Per una decisione all’ultimo istante del suo muretto box Lewis uscì dalla corsia di ingresso della Pit Lane per poi ripiombarci dentro attraversando la linea. Non fu sanzionato e vinse la gara. In quel Gran Premio Sebastian Vettel andò a sbattere mentre era in testa perdendo, insieme a Ferrari, tutte le speranze mondiali.



L’astuzia di Hamilton e della sua squadra è anche nel saper avvisare e segnalare nei modi e nei tempi giusti ai giudici di gara le manovre ai limiti del regolamento dei diretti avversari. Per i tifosi Ferrari è ancora fresca la ferita lasciata dal Gran Premio del Canada del 2019 quando Sebastian Vettel, dopo un piccolo errore ed un’uscita di pista alla chicane rientra ostacolando leggermente il suo diretto rivale. Hamilton avvisa immediatamente il suo ingegnere in diretta radio e dopo pochi giri arriverà la sanzione di 5 secondi per il pilota della Ferrari. Quella punizione cambiò l’ordine d’arrivo consegnando la vittoria al campione della Mercedes.

E che dire del sorpasso subito da Max Verstappen 3 settimane fa in Bahrain. Il pilota olandese portò la sua RB16B fuori dalla linea della pista per compiere il sorpasso ma anche Lewis commise quell’errore diverse volte prima, per cercare di perdere il meno possibile dal sopravanzare del rivale.

Le gare e i campionati si vincono a suon di giri veloci, di magie, di sorpassi, di staccate all’ultimo respiro…ma si vincono anche con la forza psicologica. Sarà solo fortuna o questi super campioni la fortuna se la creano? Come disse il filosofo Seneca: “La fortuna non esiste: esiste il momento in cui il talento incontra l’opportunità”.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: