Un altro capolavoro di Leclerc proietta la Ferrari in Pole nel Gran Premio d’Australia. In prima fila con lui Max Verstappen, dietro di soli 2 decimi. Nono Sainz con tanta sfortuna. Ripresa Mclaren?

N’è valsa la pena per i tifosi della rossa svegliarsi alle prime ore del mattino per poter vedere un altro capolavoro di Charles Leclerc che conquista la sua 11esima pole in carriera. Di nuovo davanti a tutti, per la seconda volta su tre in questa stagione. Il team di Maranello in pole a Melbourne dopo 15 anni. L’ultima volta la conquistò Kimi Raikkonen nel famoso 2007.

Una nota canzone di Claudio Villa diceva: “Col sole in fronte”.

Per quanto questo sia stato un leggero impedimento per i piloti, il monegasco acquisisce invece forza effettuando un super giro all’ultimo tentativo disponibile, diventando anche l’unico a scendere sotto il muro dell” 1:18. Il suo tempo finale è dunque di 1:17.868. La felicità di Charles è piuttosto contenuta anche nel team radio successivo alla comunicazione della pole conquistata, chiaro segno di una positiva consapevolezza dei propri mezzi.

“È stato un bel giro, sono soddisfatto soprattutto perché questa non è una pista su cui mi son trovato molto a mio agio in passato. Dopo Libere un po’ faticose, sono contento di partire dalla Pole domani.” Ha detto Leclerc a fine qualifiche.

Alle spalle le due Red Bull in agguato non è comunque tranquillo Leclerc, sapendo di avere alle calcagna entrambe le Red Bull.

Soprattutto una, quella di Max Verstappen, a due decimi dal giovane monegasco. Perez terzo completa la strategia del team di Milton Keynes, pronto a dar “fastidio” alla rossa lì davanti.

Si sarebbe voluto unire alla festa anche Carlos Sainz che si deve accontentare invece del nono tempo sia per sfortuna, vedendosi togliere proma il miglior tempo a causa della bandiera rossa causata da Alonso a 5 minuti dal termine, e poi per un errore di controllo della sua Ferrari F1-75 all’uscita del cambio di direzione velocissimo che apre il terzo settore.

A cogliere la preziosa opportunità è la Mclaren che con Norris si piazza i seconda fila e con Ricciardo in quarta. Dopo le libere 3 con l’inglese che aveva chiuso davanti a tutti, il team papaia sembra aver trovato la quadra, almeno per ora.

Con tanti problemi ma la Mercedes è sempre lì.

Non molla mica la Mercedes che con tutti i problemi che anfora presenta, si prende di forza la terza fila con Hamilton-Russell. Il sette volte campione del mondo non può lamentarsi. Sa di avere una preziosa possibilità in gara per riaprire i giochi del mondiale, ma l’altro inglese al suo fianco non starà certo a guardare.

Peccato per l’Aston Martin che dopo i due incidenti delle libere 3 di entrambe le vetture, ha lavorato tanto per permettere ai due piloti di giocarsela. Stroll riesce a farlo, ma un contatto con Latifi gli costringe anche a dare spiegazioni alla direzione gara. Vettel riesce ad affettare almeno un giro a 2 minuti dal termine, ma per lui solo la 18esima piazzola.

Appuntamento alle ore 07:00 Italiane per un’altra gara che si prospetta al cardiopalma.

GRIGLIA DI PARTENZA:

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: